Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

17.01.2012

«Ecco come io e Ranieri vinciamo tutti i derby»

La gioia di Diego Milito, dopo la rete che ha regalato all'Inter il successo nel derby sul Milan
La gioia di Diego Milito, dopo la rete che ha regalato all'Inter il successo nel derby sul Milan

Nell'Inter che conquista il derby con il Milan c'è un bresciano che ride: «Eppure dovrei esserci abituato: io e Ranieri di derby ne abbiamo vinti tanti». A GIORGIO PELLIZZARO, 64 anni, mantovano di nascita e bresciano d'adozione (da più di 30 anni vive nella nostra città), la stracittadina milanese mancava. Lui che, da fedelissimo di Claudio Ranieri (è il suo preparatore dei portieri), ne ha vinti 4 su 4 a Roma e un'infinità con il Chelsea nella Premier League («Solo l'Arsenal non siamo mai riusciti a battere») e nel '99 è stato l'ultimo a violare la casa del Real Madrid, il mitico Bernabeu, con l'Atletico. «Ho ancora nella pelle la sensazione inebriante del trionfo nel derby a San Siro - dice Pellizzaro - e non riesco a pensare al passato. Abbiamo battuto un Milan fortissimo, che sta meritatamente lassù. Ranieri è quello che voi tutti vedete in Tv o leggete sui giornali: una persona di buon senso, quel buon senso che ha usato anche per mettere il derby come voleva lui». Il connubio Pellizzaro-Ranieri nasce nel '91, quando il tecnico di Trastevere chiama al Napoli l'ex compagno di squadra al Catanzaro: «Da 7 anni allenavo le giovanili del Brescia - racconta -: prima i Giovanissimi, poi gli Allievi. Con me sono usciti i Filippini, Negro, Piovanelli, Pavarini, una mia scommessa: domenica con il Parma ha fatto benissimo. Nel Brescia ci ho pure giocato, dall'80 all'84, con Aliboni, Lorini, De Biasi, gente che sento spesso. Dispiace che nessuno si sia ricordato di me nell'anno del centenario. Però domenica a San Siro ho visto Edo Piovani, il team manager. Qualcuno che si ricorda del sottoscritto, a Brescia, c'è ancora». Dopo l'esperienza con il Napoli, il tandem con Ranieri ha portato l'ex estremo difensore biancazzurro alla Fiorentina, al Valencia, all'Atletico Madrid, al Chelsea, al Parma, alla Juventus, alla Roma. E da settembre all'Inter: «Bè, di portieri bravi ne ho allenati tanti: Canizares, Toldo, Buffon, adesso Julio Cesar. Ma al Chelsea ho raggiunto la semfinale di Champions League con un bresciano: Marco Ambrosio». Buffon e Julio Cesar, ovvero due delle massime espressioni del ruolo nel mondo: «Due giocatori diversi. Buffon ha più fisico, maggior senso della posizione, tecnicamente è impeccabile. Julio Cesar, però, ha un istinto, soprattutto una reattività che non ho mai visto prima. Avete visto il derby? Julio Cesar è stato grande, nonostante avesse ancora qualche problemino. Però la scuola italiana è ancora la migliore al mondo, anche se gli stranieri sono più sgombri di testa». E PENSARE che il 22 settembre, giorno dell'arrivo di Ranieri all'Inter al posto di Gasperini, i nerazzurri parevano un bel gruppetto di ex. Pellizzaro ha fatto rinascere Julio Cesar. E Ranieri ha «aggiustato» Zanetti, Milito: «Abbiamo visto subito che avevamo a che fare con professionisti esemplari, oltre che con campioni indiscutibili. Se devo fare un nome, dico Zanetti: al di là di quello che riesce a fare anche ora, che va verso i 39 anni, nello spogliatoio è di grandissimo aiuto». E con l'altro bresciano Beppe Baresi? «Un'istituzione, un punto di riferimento non solo per l'allenatore e il suo staff». E con il ricordo di Mourinho è dura, visti gli screzi con il Ranieri romanista: «Ma no... Mourinho ha mandato a Ranieri un sms di incoraggiamento prima del derby e un altro di complimenti dopo la vittoria. E poi Mou mica aveva torto sull'età di Claudio...».

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]