Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 novembre 2018

Sport

Chiudi

01.11.2018

Infinita Feralpisalò Lotta fino all’ultimo e fa festa ai rigori

Luca Parodi realizza il calcio di rigore decisivo che manda la Feralpisalò agli ottavi di Coppa ItaliaI compagni festeggiano Luca Parodi: grazie alla sua implacabilità la Feralpisalò può brindare in Coppa Mazzocchi manda alto l’ultimo rigore per il SudtirolUna parata di Alessandro Livieri: migliore in campo per i gardesani
Luca Parodi realizza il calcio di rigore decisivo che manda la Feralpisalò agli ottavi di Coppa ItaliaI compagni festeggiano Luca Parodi: grazie alla sua implacabilità la Feralpisalò può brindare in Coppa Mazzocchi manda alto l’ultimo rigore per il SudtirolUna parata di Alessandro Livieri: migliore in campo per i gardesani

La Feralpisalò elimina il Sutirol in coppa Italia per 5-4, dopo che i tempi regolamentari erano terminati 1-1. A dirimere l’equilibrio ci sono voluti i supplementari e i rigori. I gardesani hanno prevalso trasformandone quattro (decisivo l’ultimo, calciato da Parodi, che si è presentato sul dischetto con freddezza e convinzione), mentre gli ospiti si sono limitati a tre. La gara, iniziata a ritmo piuttosto ridotto, ha visto il Sudtirol sbloccare con Costantino, e sfiorare ripetutamente il raddoppio. A questo punto la Feralpisalò ha inserito Vita, Parodi e Magnino: la contesa è cambiata. È arrivato il pareggio su autorete, con le occasioni per ribaltare il punteggio. VISTA la scarsità di punte, l’allenatore dei verdeblù Domenico Toscano abbandona la formula del tridente, riproponendo il 3-5-2. Decide inoltre di pescare a piene mani tra i ragazzi della Berretti, chiamando i difensori Mark Kwarteng di Gavardo e Alessio Chimini di Toscolano Maderno, i centrocampisti Luca Lanza, bergamasco di Predore, e Roberto Lanzone di Pozzolengo, gli attaccanti Giacomo Pasotti di Montichiari e Matteo Risatti di Limone, che sabato si è messo in evidenza firmando una tripletta contro il Rimini. Ne schiera subito tre. L’ex Martin indossa la fascia di capitano. Anche il Sudtirol ricorre alle riserve, utilizzando come unici big l’esterno Tait (capitano), il regista Berardocco, un ex, e il centravanti De Cenco. Tre i Berretti (Zanon, Jamai, Francescon), tutti in panchina. Il modulo è lo stesso dei padroni di casa. Bisogna attendere una ventina di minuti per vedere il primo tiro nello specchio della porta: lo indirizza Pasotti, ma è troppo debole. Il tandem d’attacco, composto da due diciottenni, è privo di esperienza, fatica a incunearsi. Al 24’ segna De Cenco, in netta posizione di fuorigioco: l’arbitro annulla in fretta, senza dubbi. La Feralpisalò cerca il fraseggio, a volte un po’ troppo insistito. Gli avversari dimostrano di possedere maggiore compattezza a centrocampo, e provano ad andare alla conclusione sfruttando i traversoni. All’inizio della ripresa il Sudtirol inserisce due titolari: il difensore Ierardi (fuori Casale) e, in sostituzione di De Cenco, il centravanti Costantino, che dimostra la sua incisività sbloccando subito il punteggio. Su angolo di Boccalari, Costantino colpisce di testa nel mucchio d’area, e batte imparabilmente Livieri. Lo stesso Costantino va vicino al raddoppio in un paio di circostanze: entrambe le volte è Livieri a chiudergli lo specchio della porta. CON L’INGRESSO di Vita al posto di Lanza, la Feralpisalò riesce a vivacizzare la manovra, e diventare pericolosa. Moreschi spedisce fuori di un soffio in acrobazia (26’); Parodi dal limite chiama il portiere al volo per la deviazione in angolo (28’); poi il nuovo entrato Zanon infila Ravaglia su cross di Ambro (29’). È l’autorete che porta all’1-1. Nel finale ancora Livieri protagonista, con respinte su Costantino e Zanon. Agli sgoccioli dei supplementari occasionissima per Magnino, sventata dal portiere. La decisione è affidata alla lotteria dei rigori. La Feralpisalò ne sbaglia appena uno, con l’ex Martin, e supera il turno. Il Sudtirol ne spreca invece un paio, e deve uscire di scena. Domenica, al «Druso» di Bolzano, la rivincita in campionato, mentre il 14 novembre in campo ancora da definire ci saranno gli ottavi di Coppa con il Vicenza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
24
Pescara
22
Salernitana
20
Cittadella
19
Lecce
19
Brescia
18
Hellas Verona
18
Benevento
17
Perugia
17
Cremonese
15
Ascoli
15
Spezia
13
Venezia
12
Crotone
12
Padova
11
Cosenza
8
Foggia
7
Carpi
7
Livorno
5
Ascoli - Padova
2-3
Brescia - Hellas Verona
4-2
Carpi - Benevento
2-2
Cittadella - Venezia
3-2
Cosenza - Lecce
2-3
Cremonese - Livorno
1-0
Palermo - Pescara
3-0
Perugia - Crotone
2-1
Salernitana - Spezia
1-0
Foggia - [ha Riposato]