Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

10.04.2012

«L'Inter ha avuto

Giorgio Pellizzaro, 64 anni, bresciano d'adozione, con Julio Cesar
Giorgio Pellizzaro, 64 anni, bresciano d'adozione, con Julio Cesar

Ormai lo si vede tra il «San Filippo» e la tribuna del «Rigamonti». Dopo l'esonero di Claudio Ranieri dall'Inter, Giorgio Pellizzaro, classe 1947, è di nuovo nella sua Brescia. In attesa di tornare a preparare i portieri di un altro club, passa le giornate tra gli allenamenti del Brescia, le passeggiate in montagna e i chilometri in bicicletta. Lo si vede dal fisico asciutto, dallo spirito che la parlata mantovana, la sua città d'origine, rende ancor più positivo. Pellizzaro, si sente già un pensionato? Sarebbe ora, vista l'età. Mente sapendo di mentire. D'accordo, volete sapere cosa farò l'anno prossimo... Ha già qualche contatto? No, io e Ranieri siamo in attesa. Però insieme domani voliamo a Londra per vedere qualche partita di Premier. Nostalgia dell'Inghilterra? Come si fa non averne di quel campionato? Professionismo allo stato puro. E di Londra? Al Chelsea siamo stati 4 anni. Il primo fu terribile. Venivo dalla Spagna: Valencia, Atletico Madrid. Abituarsi al nuovo clima e agli inglesi fu difficilissimo. Poi, però, di Londra mi sono innamorato. Facile, è una città unica al mondo. E per l'Inter cosa prova ancora? In 40 giorni siamo passati dalle stelle alle stalle. Abbiamo vinto il derby contro il Milan che volava e che è ancora in lotta per lo scudetto. Il programma era chiaro: cercare di arrivare al terzo posto e lanciare qualche giovane. Ranieri aveva iniziato a far giocare Poli, Obi, Faraoni. Perchè l'Inter di giovani bravi ne ha. Adesso mi sembra giochino meno. E pensare che Stramaccioni, il successore di Ranieri, viene dalla Primavera. Già. Pellizzato, strana la scelta del presidente Moratti. Moratti è un presidente molto appassionato, ma a volte è mal consigliato. Chissà chi sceglierà l'anno prossimo. Veramente mi immaginavo con Ranieri ancora all'Inter. Magari ad allenare Viviano. Un ottimo portiere, davvero. Quando ero alla Juventus, lo consigliai per il dopo-Buffon e allora era al Brescia. Finora è stato frenato dagli infortuni. L'Inter ha il numero uno del futuro. E la rifondazione dell'Inter potrebbe partire proprio dal numero uno. Lo sapavamo che questa squadra andava ricostruita, anche se non è facile dire addio a un gruppo che ha vinto così tanto. Il rapporto suo e di Ranieri con lo spogliatoio? Splendido, soprattutto con i giovani e con gli argentini. Zanetti, Cambiasso, Milito e Samuel sono grandi professionisti, anche nella lealtà. Capitan Zanetti visto da vicino? Uno che per l'Inter darebbe la vita. Se può dare 100, dà 120. Se può dare 50, dà 70. Va sempre oltre il massimo. E adesso, Pellizzaro? Mi diverto a vedere il Brescia. Mi piace molto Cragno, il portiere della Primavera. E spero che Leali possa tornare a mostrare le sue doti, che non sono indifferenti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
22
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]