Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

04.07.2010

La carica di Possanzini: «Andremo lontano»


 Davide Possanzini è nato a Loreto il 9 febbraio 1976: ha giocato con il Brescia cinque campionati di B
Davide Possanzini è nato a Loreto il 9 febbraio 1976: ha giocato con il Brescia cinque campionati di B

«Datemi una leva, e solleverò il mondo», diceva Archimede. «Il nostro punto d'appoggio per conquistare buoni risultati –dice Davide Possanzini- è l'entusiasmo col quale abbiamo disputato l'ultimo campionato, ottenendo la promozione». Ecco trovata la leva su cui costruire il futuro.
DOPO AVERE TRASCORSO un breve periodo in Spagna, il capitano del Brescia sta completando le vacanze a Porto Recanati, sulla spiaggia di casa, con la figlioletta. Momenti di totale relax, dopo la sbornia dei festeggiamenti per la promozione e prima di rituffarsi nell'atmosfera del ritiro preparatorio verso la prossima avventura in Serie A: «Negli anni scorsi ho passato tante volte l'estate dal fisioterapista, a causa di infortuni partiti nel corso del torneo. Stavolta ho tirato il fiato, e mi sono goduto il mare. Riprenderò a lavorare qualche giorno prima del raduno».
Davide Possanzini ha ancora un anno di contratto con il Brescia, fino al giugno 2011. Dipendesse da lui, lo allungherebbe già domani. «Ma non c'è fretta - taglia corto-. L'importante è concentrarsi al massimo sulla prossima stagione». E sulle offerte di altre società: «Beh, di significative non ne ho ricevute. Dicendo che vorrei rimanere a vita a Brescia, mi hanno evidentemente preso in parola. In un certo senso mi sono tolto dal mercato».
GLI RICORDIAMO che, in carriera, ha superato quota 10 gol cinque volte, di cui quattro col Brescia (16 nel 2007-08, 13 nel torneo precedente, 11 sia nel 2005-06 che in quello appena concluso) e una con l'AlbinoLeffe (12 nel 2003-04).
«In passato giocavo come esterno, più lontano dalla porta, e non avevo quindi grosse occasioni. Adesso resto vicino all'area di rigore, e il numero delle opportunità è maggiore. Senza dimenticare il fatto che, dopo i due anni con l'AlbinoLeffe, ho acquisito tranquillità, migliorando il rendimento».
Adesso Davide ritorna in alto, in una serie A assaggiata di sfuggita: prima con la Reggina (debutto a Torino contro la Juventus, il 29 agosto '99, con un prezioso 1-1), poi a Palermo. «Si era trattato di una toccata e fuga –rammenta il capitano-. In Sicilia non ho avuto fortuna. Alla seconda partita, sul campo di Firenze, mi sono rotto il crociato e il menisco. Benchè con i rosanero avessi un contratto per altri due anni, l'infortunio mi ha costretto a ripartire da capo. Così ho accettato le offerte del Brescia, nell'ambito dell'operazione che ha portato Caracciolo al Palermo».
E il prossimo sarà il sesto anno in maglia biancazzurra. «Abbiamo sempre lottato al vertice, e, a parte qualche parentesi (con Zeman, ad esempio), disputato buoni campionati. Un bilancio positivo, insomma. Con l'obiettivo di proseguire ancora su questa strada».
COMPIUTI I 34 ANNI, gli domandiamo fino a quando crede di continuare. «Per adesso non ci penso - risponde il Possa-. Sto vivendo la mia professione in modo sereno, dando il massimo negli allenamenti, e curando ogni particolare». E sulla prossima stagione: «Dovremo sfruttare l'entusiasmo, dopo i tanti sacrifici fatti per salire in Serie a. In ogni caso potremo toglierci belle soddisfazioni».
Il mercato, però, è fermo. Il Brescia dà l'impressione di faticare a rafforzarsi. «Ma io non mi preoccupo. C'è ancora tanto tempo per effettuare le operazioni. E la società ha sempre dimostrato di sapersi muovere bene sul mercato». Possanzini infine confessa che, in futuro, ci terrebbe a rimanere a Brescia, svolgendo compiti dirigenziali. «Al momento - conclude l'attaccante - spero di giocare il più a lungo possibile. Poi prenderò il patentino, ma diventare allenatore non è il mio obiettivo prioritario».

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
22
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]