Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

08.02.2014

La Centrale torna sui suoi passi:
riecco Martelossi

Tutti i giocatori della Centrale intorno ad Alberto Martelossi (accosciato, di spalle): è stata la squadra a far tornare la società sui propri passi
Tutti i giocatori della Centrale intorno ad Alberto Martelossi (accosciato, di spalle): è stata la squadra a far tornare la società sui propri passi

Esonerato via sms, riassunto il giorno dopo. Alberto Martelossi torna in sella: toccherà ancora a lui guidare una Centrale in cerca di equilibrio dopo una due-giorni incredibile.
«È stata una scelta della squadra - dice la presidente Graziella Bragaglio, nel corso della conferenza-stampa indetta all'Ac Hotel, alla presenza della rosa al completo -: io voglio dare ai ragazzi un'altra chance. L'ultima. Non ci saranno acquisti: la squadra resta questa, dall'allenatore ai giocatori. Adesso tocca a loro».
La mente non riesce ad essere lucida: mentre scorre mentalmente il video della partita contro Jesi (in onda oggi alle 14.30 sulle frequenze di Brescia.tv), è difficile riuscire a capacitarsi di quanto Brescia (non) sia riuscita a fare in terra marchigiana. E così la sconfitta più inattesa, visto anche il primo tempo di una Leonessa che sembrava aver la partita in mano, è arrivata: l'ennesima dopo un overtime (quinta) ancora una volta con uno scarto minimo (95-93): sesto ko con uno scarto inferiore ai 5 punti, sesto nelle ultime 9 partite disputate. Abbastanza per far perdere definitivamente le staffe a Matteo Bonetti e a Graziella Bragaglio, che hanno deciso di mandare via l'allenatore friulano che l'anno scorso portò Brescia alla finale promozione contro Pistoia. Una scelta che ha lasciato l'amaro in bocca un po' a tutti. Ai giocatori che a fine gara scuotevano la testa in silenzio, e alcuni piangevano per una stagione che assomiglia sempre più ad incubo e che non era certo nelle premesse settembrine; ai 9 tifosi presenti, sbeffeggiati dal pubblico di casa a fine partita, intento a fotografare i supporter ospiti, invece di festeggiare un mezzo miracolo sportivo. E a un allenatore, Alberto Martelossi, che non si capacitava di questa scelta, alla vigilia di una gara, quella con Trieste (la terza in sette giorni affrontata dalla Centrale del Latte) che per uno di Udine ha un sapore tutto particolare. Questa la situazione ieri mattina. Poi la svolta, il colpo di scena. Il secondo in poche ore: Martelossi resta.
I TIFOSI da un lato, la squadra dall'altro: tutti, alla loro maniera, a richiedere a gran voce la conferma del coach. Senza se, senza ma: un plebiscito su Facebook per Martelossi, con i tifosi a modificare la propria fotografia sul profilo personale per metterne una del coach. E messaggi, tanti. La squadra invece ha fatto il suo andando dalla coppia Bragaglio-Bonetti, scagionando coach Martello e autoaccusandosi. Fabio Di Bella in testa, ma non solo il capitano. Tutti uniti a dimostrazione che la squadra c'è e che non esistono giocatori che vanno contro il coach o che gli remano contro sul parquet.
A conferenza stampa inoltrata, ieri sera, ecco un Martelossi finalmente sorridente. Sereno come non lo si vedeva da un bel pezzo. Dalla gara con Trieste fino alla fine della stagione l'obiettivo è quello di fare il meglio possibile («Voglio i playoff», ha sottolineato capitan Di Bella). La squadra di Eugenio Dalmasson non è rientrata alla base dopo la sconfitta di Biella e staziona in città, allenandosi ai Novagli in vista della gara del San Filippo. Una partita dai mille significati. Forse il momento della svolta è arrivato sul serio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Banzola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
22
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]