Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 luglio 2018

Sport

Chiudi

08.01.2018

La Feralpi Salò
si scopre una
macchina per Guerra

Simone Guerra, 28 anni: è capocannoniere della Serie C con 12 reti
Simone Guerra, 28 anni: è capocannoniere della Serie C con 12 reti

La punta della Feralpi Salò Simone Guerra va a 250 e raccoglie grappoli di gol. Sono 250, infatti, le presenze tra i professionisti, e 18 le reti segnate nel 2017. È lui il bomber dell’intera serie C: precede Sasà Bruno, ex Brescia (Giana), Moscardelli (Arezzo) e Tavano (Prato-Carrarese), fermatisi a 17. Guerra abita a San Nicolò, il paese del Piacentino dove è nato, è sposato, ha il diploma di ragioniere (confessa che, se non fosse diventato un calciatore, avrebbe probabilmente lavorato in banca), adora la carbonara, si carica ascoltando «Leggero» di Ligabue, si ispira a Ronaldo, tifa per la Lazio, ama il 17, numero che porta anche sulla maglia), e come sogno nel cassetto vorrebbe andare in A.

GUERRA ha debuttato in Serie B con il Piacenza, il 1 giugno 2008, ultima giornata, 3-3 con il Mantova: «L’allenatore Mario Somma mi ha inserito all’inizio della ripresa, al posto di Piccolo: il premio della società dopo un bellissimo anno con la Primavera». Quattro anni a Piacenza, poi inizia il Giro d’Italia: «A La Spezia ho trascorso 6 mesi fantastici. Abbiamo vinto tutto: campionato, Coppa Italia e Supercoppa. Mi sono trovato alla grande. Ho conosciuto Serena. C’è stato subito feeling: mi ha reso un giocatore di valore in una società di rango. A Chiavari, con l’Entella, ho disputato un ottimo campionato». «Il periodo col Benevento è stato breve: peccato avere perso col Lecce la semifinale dei play-off. Poi il Matera, la parentesi meno fortunata. Infine Venezia, con i problemi finanziari, e Salò». «Nel primo anno alla Feralpi - prosegue Guerra - ho giocato poco per un infortunio. Credo di essermi riscattato nelle ultime 2 stagioni. La società mi fa sentire a casa. Con la società condivido le ambizioni. Qui sto bene, voglio continuare così».

«GLI ALLENATORI che ricordo con più piacere sono Serena, Pioli e Ficcadenti: mi hanno insegnato cose molto utili. La delusione più bruciante? La retrocessione con il Piacenza, arrivata nell’ambito del calcio scommesse: la squadra è stata penalizzata e ci siamo ritrovati a disputare (e perdere) i play-out di B contro l’AlbinoLeffe. La delusione più fresca resta quella con la Feralpi Salò, nei play-off a Reggio Emilia. Abbiamo disputato una grande gara, finita 2-2. Avremmo meritato di passare noi». Le statistiche parlano di 64 gol in carriera: «Senza qualche infortunio, in passato avrei potuto segnare di più. In alcune circostanze non ho avuto fortuna, ma voglio guardare avanti, e cercare di fare il meglio, migliorando possibilmente il mio record di 13 reti con la Feralpi Salò. Sono a buon punto. Spero di non calare nelle prestazioni e sfruttare il massimo delle occasioni che avrò».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
82
Frosinone
71
Parma
69
Palermo
68
Venezia
66
Bari
64
Cittadella
63
Perugia
60
Foggia
57
Spezia
53
Carpi
52
Salernitana
51
Cremonese
48
Cesena
47
Brescia
47
Pescara
47
Avellino
45
Ascoli
45
Novara
44
Entella
41
Pro Vercelli
40
Ternana
37
Avellino - Spezia
1-0
Brescia - Empoli
0-2
Carpi - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
5-1
Entella - Frosinone
0-1
Foggia - Salernitana
1-0
Palermo - Cesena
0-0
Parma - Bari
1-0
Perugia - Novara
1-1
Pescara - Ascoli
0-1
Pro Vercelli - Ternana
2-1