Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 novembre 2017

Sport

Chiudi

09.11.2017

La Feralpi Salò stecca
la nona e perde una
grande occasione

La delusione di Emerson: per il brasiliano e tutta la Feralpi Salò amara sconfittaE i gardesani interrompono così una striscia positiva di otto partite utiliLuca Parodi a contrasto con Arturo Lupoli
La delusione di Emerson: per il brasiliano e tutta la Feralpi Salò amara sconfittaE i gardesani interrompono così una striscia positiva di otto partite utiliLuca Parodi a contrasto con Arturo Lupoli

La tanto attesa nona di Beethoven non è arrivata. Dopo otto risultati utili consecutivi la Feralpi Salò scivola in casa contro la Fermana trasformando un potenziale «inno alla gioia» in uno stridente lamento che solleva molti dubbi sulla qualità della rosa. Al «Turin» decide all’ulitmo respiro un gol da fuori area di Da Silva, brasiliano del Mato Grosso, 14 presenze e due reti nel Brescia 2014-15, abile a sfruttare l’errore del suo connazionale Emerson, tradito da un eccesso di sicurezza nell’occasione decisiva.

I gardesani sperperano la grande occasione di compiere un importante balzo in classifica, salendo in quarta posizione e gettando al vento un’opportunità unica. Dimostrando di non essere combattivi. Per l’intero primo tempo i verdeblù faticano a creare e le idee appaiono confusionarie: lanci a caso e fuori misura abbinati ad un gioco sotto ritmo e all’assenza di conclusioni. Il portiere marchigiano Valentini non corre infatti alcun genere di pericolo, mentre la Feralpi Salò dà l’impressione di dare per scontata una vittoria agevole, senza dover faticare contro un avversario agguerrito.

IL LAMPO che squarcia le nuvole di un gioco poco brillante, arriva in avvio di ripresa con la splendida girata al volo di Mattia Marchi, su angolo di Emerson. Gli spettatori hanno un sussulto, convinti che il guizzo dell’ex Mantova abbia finalmente modificato in meglio i termini della contesa. Del resto basterebbe un pizzico di sagacia e di intelligenza tattica per gestire il resto della gara. La Fermana però non si scompone e per rimontare si affida alla qualità di Sansovini, califfo geniale: il suo tocco da distanza ravvicinata su cross radente di Sperotto rompe un sortilegio che non aveva permesso ai marchigiani di segnare nei precedenti 689 minuti. E, sullo slancio, trovano modo di andare a imporsi. Sfruttando le sostituzioni, pescano il jolly Da Silva. La carte vincente della partita.

Come aveva annunciato alla vigilia, Michele Serena cambia molto, rendendo irriconoscibile la squadra. Nuovo anche il modulo: 4-3-3. Tre difensori puri (Alcibiade, Ranellucci, Emerson) e uno adattato (Parodi). Capodaglio regista, con Vitofrancesco e Magnino ai fianchi. In attacco il tridente composto da Jawo, Mattia Marchi e Luche. Tra i panchinari Guerra, capocannoniere del girone con 9 gol. Tra chi parte titolare nessuno finora ha segnato, visto che pure Ferretti (due reti) e Martin (una) sono tra le riserve.

La Fermana propone l’abituale 4-4-2, con l’esperto Comotto a dirigere le operazioni difensive. La squadra di Flavio Destro, ex Montichiari e Ascoli, papà di Mattia, centravanti del Bologna, è compatta, e si muove senza mai rimanere scoperta. La Feralpi Salò sbaglia molto, non azzecca un passaggio e corre qualche rischio di troppo. La manovra si sviluppa in maniera frammentaria e discontinua, a dimostrazione che le gare considerate agevoli (sulla carta) spesso diventano complicate. Parodi salva su Sansovini e Petrucci, poi gli ospiti, dopo aver sostituito l’infortunato Benassi con Mane, sfiorano il vantaggio al 41’ con una fiondata di Sansovini dalla distanza. Dopo i due legni centrati domenica dal Padova, questo è il terzo subito in pochi giorni. La ripresa comincia bene per la Feralpi Salò, che però alla distanza finisce per pagare care le proprie disattenzioni. E i cambi effettuati sono troppo tardivi.

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Bari
26
Parma
26
Frosinone
26
Empoli
25
Venezia
25
Palermo
25
Cremonese
22
Salernitana
22
Cittadella
21
Pescara
20
Carpi
20
Avellino
19
Perugia
18
Novara
18
Brescia
18
Foggia
18
Spezia
17
Pro Vercelli
16
Entella
16
Ternana
15
Cesena
14
Ascoli
13
Ascoli - Cremonese
Avellino - Palermo
Bari - Foggia
Carpi - Parma
Cesena - Brescia
Cittadella - Salernitana
Empoli - Frosinone
3-3
Pro Vercelli - Entella
Spezia - Pescara
Ternana - Perugia
Venezia - Novara