Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

27.07.2011

La nuova vita di Passoni «Folzano, ora vinciamo»


 Passoni (primo a sinistra) con lo staff e i nuovi acquisti del Folzano
Passoni (primo a sinistra) con lo staff e i nuovi acquisti del Folzano

A Brescia di ex professionisti scesi tra i dilettanti se ne sono visti molti: Dario Hubner e Giovanni Stroppa, ad esempio, sono passati al Chiari nel 2005; Pietro Strada ha lasciato il Lume per la Rudianese nel 2007. Tutti, con qualche acciacco e senza la brillantezza dei tempi migliori, hanno scelto i dilettanti per allungare la carriera e continuare a respirare ancora per qualche tempo l'aria del campo.
Tra gli ex prof c'è chi ha una storia diversa. È Dario Passoni, centrocampista centrale che a luglio ha lasciato l'Albinoleffe, salvo in serie B, per il Folzano, matricola di Promozione. Non si tratta di un giocatore sul viale del tramonto, nonostante i 38 anni da compiere il prossimo 9 febbraio, ma di un calciatore ancora integro. Lo dimostrano i dati.
Dopo una vita in B (Chievo, Siena, Livorno, Mantova e Piacenza), il giocatore originario di Cassano d'Adda (Milano) ha continuato d essere decisivo senza mai avere cali. Negli ultimi due campionati ha totalizzato 53 presenze e 1 gol con l'Albinoleffe. Rispetto ai colleghi ha anche un'altra differenza, un primato. Lui e Alessandro Dal Canto (ora tecnico del Padova) sono stati infatti i primi giocatori italiani nel campionato russo (nel 2003 con l'Uralan Elista) e hanno fatto da apripista ad altri che hanno scelto la Russia: Ruopolo, Pellizzoli, Rosina e Criscito.
«QUELL'ESPERIENZA la porterò sempre dentro - spiega il centrocampista -. Una grande avventura sotto il profilo sportivo e umano. In Russia ho conosciuto una cultura diversa, ho toccato con mano la vera distanza tra ricchi e poveri. Non scorderò mai quella parentesi, mi ha fatto crescere molto».
Ora nel suo presente c'è il Folzano, un'altra realtà diversa rispetto a quelle conosciute in carriera: «Quando ho scelto questa squadra sapevo si trattava di una scelta di vita e non solo di una questione calcistica - confessa -. Ho accettato un nuovo modo di fare calcio, che non conoscevo. Un progetto a lungo termine, serio».
Il primo contatto tra Passoni e la dirigenza del Folzano risale a dopo i play-out che l'Albinoleffe ha vinto con il Piacenza: «Allora il presidente del Folzano Maurizio Ceretti ha chiesto all'Albinoleffe di poter parlare con me - rivela il giocatore -. Saputo della disponibilità della società - comunque non necessaria: ero in scadenza di contratto - mi ha fatto la sua proposta. Quello che mi ha colpito, e sono sicuro ha colpito anche la dirigenza del Folzano, è che nel primo incontro non abbiamo mai parlato di questioni economiche. Io ho chiesto se c'era un progetto, loro mi hanno illustrato il loro e ci siamo accordati».
IL PARTICOLARE che ha spinto Passoni ad accettare sarebbe stato l'impegno promesso dalla società per quanto riguarda il settore giovanile: «Mi hanno detto che stavano investendo sui giovani, che avevano intenzione di farlo ancora per molto tempo e cercavano gente per formare i ragazzi - spiega Passoni -. Pur considerandomi a tutti gli effetti un giocatore, e avendo a cuore le sorti della prima squadra, ho pensato anche a un possibile futuro da allenatore di settore giovanile e ho accettato. In molti dicono che sono già un allenatore dentro il campo. Un giorno vorrei esserlo anche fuori».
Prima di allenare c'è un campionato di Promozione da vincere: «Non vedo l'ora di iniziare. Vincere non è facile in nessuna categoria, ma vogliamo provarci».

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
22
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]