23 gennaio 2019

Sport

Chiudi

19.10.2012

La Pro Desenzano «taglia» Altobelli

Mattia Altobelli, classe 1983, in azione con la Pro Desenzano
Mattia Altobelli, classe 1983, in azione con la Pro Desenzano

Mattia Altobelli non è più un giocatore della Pro Desenzano. Decisione shock, inattesa, ingiustificata sotto il piano tecnico e dai contorni extra-calcistici piuttosto nebulosi. Di certo c'è che l'inizio di settimana dell'ambiente rossoblù è stato parecchio turbolento. Discussioni e tensioni tra spogliatoio e dirigenza hanno condotto i giocatori allo «sciopero», attuato martedì sera. I calciatori rossoblù avrebbero scelto di protestare per il presunto ritardo del primo rimborso spese stagionale (la gestione economica della Pro Desenzano non si apre a settembre ma a ottobre). Prima dell'allenamento di martedì nello spogliatoio sono partite le consultazioni per decidere il da farsi. I GIOCATORI più esperti hanno preso la parola per consigliare i compagni e orientare la decisione. In scaletta anche l'intervento di Altobelli (classe '83, più giovane solo di Angelo Danotti, nato nel '78), che dopo quattro fallimenti sportivi di società vissuti in carriera, due solo nell'ultima stagione (Colognese e Montichiari), voleva condividere con i compagni la sua esperienza. Dopo le sue parole (e quelle di altri compagni), la votazione e la decisione. Dieci favorevoli e nove contrari: sciopero. Così martedì sera la Pro Desenzano ha iniziato la settimana che porta allo scontro al vertice di domenica con il Palazzolo (prima contro terza) con un'azione di protesta: niente allenamento agli ordini del tecnico Canovo. E la mattina seguente la scure della società si è abbattuta sullo spogliatoio. C'è stato però un solo sacrificato. Spillo junior è al momento l'unico giocatore obbligato a riconsegnare la borsa: lascia dopo 8 presenze (e 2 gol) tra campionato di Eccellenza e Coppa Italia. Altobelli è stato però tagliato solo in via ufficiosa. Perchè, com'è lui stesso a riferire, nessuno gli ha ancora comunicato l'esclusione: «Ha ragione Antonio Cassano quando dice che nel calcio sono i giornalisti i primi a sapere le cose - dice -. Sono stati loro infatti a comunicarmi l'esclusione dalla squadra. Sto ancora aspettando che i dirigenti si facciano vivi e mi dicano se devo stare a casa». Oggi dovrebbe essere il giorno buono. Altobelli attende un incontro con il direttore sportivo Giulio Rossi, che gli annuncerà il taglio: «La nostra è una scelta dettata da un differente modo di vedere le cose - spiega Rossi -. C'è stato un confronto, c'era da ridire con argomentazioni che definirei di una negatività cosmica. Tecnicamente perdiamo un ottimo giocatore, ma dobbiamo salvaguardare lo spogliatoio. E preciso che il taglio avviene onorando tutti gli impegni che sono stati presi con il giocatore». ALTOBELLI chiederà soprattutto le ragioni di una decisione tanto drastica e così esclusiva. «Non ho fatto o detto niente di male - spiega -. Ho trent'anni e una famiglia, non posso essere lasciato a casa senza validi motivi. I miei compagni sono testimoni che il mio comportamento è sempre stato corretto, non ho fatto nulla di male». Dall'incontro di oggi dipenderà anche il futuro del giocatore: «Spero che mi venga data la possibilità di liberarmi subito per trovare un'altra squadra - auspica l'attaccante -. Quando la notizia ha iniziato a circolare mi hanno chiamato in tanti per chiedere la mia disponibilità a trasferirmi nelle loro squadre. Prima che il Desenzano mi desse una comunicazione che sto ancora aspettando». Col taglio di Altobelli si consuma per i rossoblù la seconda partenza eccellente di questa stagione. A settembre, dopo poche settimane di allenamento, Matteo Melara, ex Torino, Livorno e Ascoli, lasciò volutamente la squadra. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
37
Brescia
35
Pescara
33
Lecce
31
Hellas Verona
30
Benevento
30
Spezia
27
Cittadella
27
Salernitana
27
Perugia
26
Ascoli
25
Cremonese
23
Venezia
22
Cosenza
20
Carpi
17
Foggia
16
Livorno
15
Padova
15
Crotone
14
Carpi - Foggia
0-2
Cosenza - Ascoli
0-0
Crotone - Cittadella
0-0
Lecce - Benevento
1-1
Padova - Hellas Verona
3-0
Palermo - Salernitana
1-2
Perugia - Brescia
0-2
Pescara - Cremonese
0-0
Spezia - Venezia
1-1
Livorno - [ha Riposato]