Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

26.06.2017

«Non vedo l’ora di tornare a giocare
Sogno un grande anno. E la Serie A»

Jonathan Alexis Ferrante: classe 1995, domani avrà 22 anni. Sta per iniziare la sua seconda stagione con la «V» sul petto
Jonathan Alexis Ferrante: classe 1995, domani avrà 22 anni. Sta per iniziare la sua seconda stagione con la «V» sul petto

Se si dovesse indicare una sorpresa, in positivo, della stagione scorsa, sarebbe senz’altro lui. Più di Dimitri Bisoli, che c’era dall’inizio e in Lega Pro aveva già dimostrato. Più di Filippo Romagna, che si è preso la difesa biancazzurra dopo sei mesi da panchinaro a Novara, ma era pur sempre il leader della nazionale Under 20 (oltre che in precedenza della Primavera juventina). No. La sorpresa vera è Alexis Ferrante. Logico che la sua conferma sia fra le note liete in casa Brescia.

«Sono contento di rimanere e di essermi reso utile l’anno scorso», sorride l’attaccante italo-argentino, che domani festeggerà il ventiduesimo compleanno. La sua prima annata bresciana racconta di 16 presenze e 3 reti. Ma al di là dei gol, c’è il rendimento offerto: un apporto consistente e costante, niente male per chi era arrivato a gennaio come un di-più, senza squilli di tromba e nemmeno aspettative particolari.

Dopo una salvezza conquistata in corsa e con un ruolo di primo piano, quanta voglia ha di ricominciare?

Giocherei anche subito. Non mi sono fermato mai, non a caso, dalla fine del campionato.

Niente vacanze?

Qualche giorno ho fatto: sono stato a Roma, sette giorni al mare in Puglia, in Salento. Adesso sono a Brescia e qui resto fino al raduno il 10 luglio. Ma mi sto allenando sempre, da solo. Non ho mai smesso. Correvo al mare, qui in città lavoro anche in palestra. Devo essere all’altezza del Brescia, di un capitano come Andrea Caracciolo. Devo correre il triplo.

Per Ferrante, dopo i passi da gigante compiuti in poco tempo, può essere l’anno della consacrazione?

Io credo che possa essere la stagione della svolta. Mi sto preparando apposta prima, per confermare quello che ho fatto e fare anche meglio.

Obiettivo: segnare in doppia cifra?

Fra gli altri, c’è anche questo. Col sacrificio voglio crescere e fare bene. Fare gol, e mi piace segnarne di belli, ma non solo: sono a disposizione, pronto a fare tutto.

Come ruolo, in attacco può fare un po’ di tutto.

Comincio da prima, divento seconda punta, se serve esterno. Multiuso: un vantaggio. Non sono uno di peso, ma so proteggere la palla. Mi muovo tanto, non sto in area. Cerco il dribbling, il tiro.

È tornato Boscaglia.

Caracciolo me ne ha parlato come di un grandissimo allenatore, che fa imparare a tutti come si gioca. Darò il massimo per guadagnarmi posto.

Il suo idolo è sempre Batistuta?

Sempre. Vorrei farglielo sapere e che un giorno mi vedesse giocare al Rigamonti. Un onore.

Quattro anni di contratto. Il Brescia le dà fiducia a lungo termine. Se pensa che l’anno scorso era in D all’Abano?

Ho fatto errori in passato, anche se mi son sempre comportato da professionista. Ma qualche ragazzata di troppo sì. Roma, dove sono cresciuto, è un ambiente che distrae. Ringrazio Dio, e la mia famiglia, se sono cambiato. Adesso sono in una piazza in cui è difficile non fare bene: una società che ti aiuta in tutto e ti lascia tranquillo, bel gruppo, ottimo staff...

Cosa chiede alla prossima stagione?

Il Brescia deve rilanciarsi alla grande, io voglio dimostrare di poterci stare. Sogno di salire. Sogno la Serie A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]