Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
domenica, 17 dicembre 2017

Centrale, c’è il primo viaggio
Con la voglia di centrare il bis

Lorenzo Codarin: il centrale biancazzurro è al primo anno a BresciaRoberto Zambonardi: è l’allenatore della Centrale McDonald’s (BATCH)

Prima trasferta stagionale per la Centrale McDonald’s. Dopo la bella vittoria (3-0) contro il Club Italia Crai Roma, Brescia sarà di scena stasera (ore 19.30 e diretta su Lega Volley Channel) a Mondovì contro il Vbc. Una trasferta «al buio» contro una squadra alla sua prima gara ufficiale per aver saltato la partita di Taviano per impraticabilità del campo a causa di un forte temporale che ha provocato infiltrazioni sul tetto dell’impianto sportivo e costretto gli arbitri al rinvio.

«Non sappiamo come giocheranno – ammette Roberto Zambonardi, tecnico della Centrale McDonald’s -, però qualcosa conosciamo per averli osservati in qualche amichevoli nelle quali hanno fatto palleggiare il giovane Maccabruni. Oggi però, con ogni probabilità, si affideranno al regista Cortellazzi più preciso e che ha un buon feeling con gli schiacciatori».

UNA COSA PERÒ È CERTA: Tiberti e compagni troveranno un ambiente caldo, dove l’anno scorso s’imposero però per 3-0, e soprattutto un gruppo di giocatori esperti e di sicuro valore: «In effetti il Mondovì può contare su dei giocatori di ottima esperienza a cominciare dal nostro ex opposto Paoletti – conferma Zambonardi -. Ma non vorrei dimenticare un giocatore di grande spessore come Mercorio, arrivato quest’anno in Piemonte a rinforzare ulteriormente la squadra, che farà coppia in banda con Borgogno, altro elemento di sicuro interesse proveniente da Alessano».

La Centrale non sembra però da meno e dopo un settimana di lavoro intenso culminata con l’allenamento congiunto con la United Volleys di Francoforte, formazione tedesca impegnata in Bundesliga, affronta questa prima trasferta con animo sereno. «I ragazzi hanno davvero lavorato bene e vedo che c’è buona euforia dopo la vittoria contro il Club Italia – spiega il tecnico bresciano –. Certo, sappiamo tutti che questa sarà una partita più impegnativa così come lo sarà quella di Bolzano della prossima settimana e più ancora quella infrasettimanale con Spoleto, ma abbiamo le carte in regola per poterle affrontare tutte con la giusta serenità. Abbiamo a nostra disposizione le armi necessarie per contrastare qualsiasi avversario».

PER LA GARA con Mondovì, che potrà essere vista anche al palazzetto di Caionvico, Zambonardi avrà il solito dilemma Margutti-Mazzon («Potrei avvicendarli per tutta la gara visto che sono due under»), mentre per il resto la squadra dovrebbe essere la stessa vista al SanFilippo con Tiberti in regia e Bellei opposto, Cisolla in banda, Esposito e Codarin al centro, Fusco libero. Il Mondovì allenato di Barisciano dovrebbe affidarsi a Cortellazzi in regia e Paoletti opposto, Mercorio e Borgogno in banda (gli unici nomi nuovi rispetto all’anno scorso), Parusso e Picco al centro, Prandi libero.S.M.