Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 18 luglio 2018

Centrale McDonald’s in palla
L’orizzonte è subito azzurro

Una schiacciata di Lorenzo Codarin, autore di 12 puntiLa gioia dei giocatori della Centrale McDonald’s Brescia: primo successo SERVIZIO FOTOLIVE / Filippo Venezia (BATCH)

La Centrale McDonald’s inizia con il botto. Al PalaSanFilippo, davanti a un buon numero di tifosi (un migliaio circa), si sbarazza per 3-0 dei giovani azzurri del Club Italia. Un successo che frutta i primi 3 punti nel campionato di A2 maschile e il primato in classifica del girone Blu. Insomma chi ben comincia…

Ma ci sono ancora molte cose da sistemare. A iniziare dalla battuta: 11 servizi sbagliati non sono pochi.

Ma serve più attenzione: non si può subire un filotto di 6 punti come nel terzo set (dall’11-7 si è passati in un amen sull’11-13) che avrebbe potuto anche aprire il match. C’è da migliorare l’attacco dopo una ricezione negativa (33 per cento di positività) e qualcosa in più la si deve chiedere alla ricezione anche se contro gli azzurrini ha pesato l’emozione di Margutti nel trovarsi di fronte ai suoi ex compagni con i quali si è allenato negli ultimi 4 anni.

C’È SICURAMENTE carne al fuoco per il tecnico Zambonardi che però può contare su una squadra che sa uscire dai momenti di difficoltà, che sa lottare su ogni pallone e può contare su un Bellei altamente affidabile in attacco (67 per cento di positività su 18 palloni), su Codarin saracinesca a muro (5 block vincenti) oltre che risorsa importante in attacco (62 per cento di positività) e su Cisolla efficace nei punti break (6) e nei momenti topici.

Ma Esposito fa il suo sia a muro che in attacco, a Margutti, che dopo un inizio pieno di tensione si scioglie e chiude con il 50 per cento in attacco, al palleggiatore Tiberti alla sua prima gara da 3 punti dopo 9 mesi per l’infortunio al tendine di Achille, fino al libero Fusco che si fa apprezzare per alcune belle difese e appoggi difficilissimi.

Una squadra che sa darsi una mano sin dal primo set condotto dagli azzurrini fino al 17-15 prima che un attacco e un muro di Bellei impongano la parità. L’opposto del Brescia continua a martellare e a murare (7 punti nel primo set), ma il Club Italia non si dà per vinto. Sul 20-20 si fa vedere Cisolla con i primi 2 punti di fila, poi è il turno di Codarin (24-20) e al secondo set ball ci pensa Tiberti con un pallonetto (25-21).

I giovani azzurri iniziano alla grande il secondo set (6-2), rimanendo in vantaggio fino al 15-12. Brescia coglie la parità con Codarin (15-15). Inizia un braccio di ferro interrotto solo nel finale da Margutti che prima scarica la sua tensione su una palla stupenda di Tiberti e poi mura il suo amico Cantagalli (25-23).

Il terzo set potrebbe essere a senso unico, ma Brescia si scorda improvvisamente di giocare sull’11-7 e subisce un break di 0-6. Per fortuna c’è Codarin a muro a fare buona guardia e a chiudere per 25-19, regalando alla Centrale McDonald’s la prima vittoria stagionale.