Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 24 ottobre 2017

Perla del Calcio, ci siamo:
chi sarà la regina in rosa?

Dopo settimane di attesa, speranze, sorprese e qualche inevitabile delusione, è arrivato il momento della verità per le venti «Perle del Calcio» che si sono battute fino all’ultimo voto per salire sul trono lasciato vacante dalla campionessa in carica Cristiana Girelli.

Oggi pomeriggio la giuria tecnica assemblata da Bresciaoggi darà il responso finale anche per stabilire quale sia la più forte giocatrice della nostra provincia per questa seconda ed avvincente edizione del concorso al femminile ideato dal nostro quotidiano.

UNA CORSA allo scettro, fino a ieri in mano alla fantasista di Nuvolera, che è davvero apertissima a qualsiasi tipo di risultato, con le prime tre della classifica che sono divise da solo 16 punti e, considerando i 150 a disposizione oggi, possono davvero sperare.

In vetta c'è la vera sorpresa di questa edizione, la centrocampista di Ghedi, ma in forza alle veronesi della Fortitudo Mozzecane, Beatrice Piovani. A pochissimi punti di distacco, solo 6, c'è una delle grandi favorite di quest'anno: Martina Rosucci, che dopo essere stata una delle assolute protagoniste del «triplete» del Brescia, ha visto la sua corsa fermarsi temporaneamente per un brutto infortunio al ginocchio ma vuol finire al meglio la stagione partendo possibilmente dal podio della «Perla del Calcio».

AL TERZO POSTO temporaneo c'è un'altra stella biancazzurra: il difensore Sara Gama, che dopo essere stata inserita nell'elenco delle 50 giocatrici più forti del mondo dalla Fifa adesso è pronta a conquistare anche i cuori di tutti i bresciani. Parecchi i punti di distacco per le altre inseguitrici che, capitanate dalla punta del Montorfano Rovato Susanna Manzoni e dall'esterno del Brescia Barbara Bonansea, proveranno a lanciare la rimonta per ritagliarsi un posto al sole.

Per le altre quindici giocatrici in concorso è la matematica a negare la possibilità di rientrare tra le prime tre della classifica finale, ma anche la lotta per le posizioni di rincalzo è da ritenersi tutt'altro che di secondo piano con una gara nella gara che si deciderà all'ultimo voto.

Posizioni che possono davvero fare la differenza per chi suda e corre ogni domenica per ottenere la tanto meritata visibilità che finalmente questa manifestazione permette a queste atlete. Al di là di chi sarà eletta come gioiello più prezioso, il vero successo è però ancora una volta per tutto il movimento femminile bresciano, che esce premiato da questa ennesima dimostrazione di passione, competenza e voglia di crescere. Perché di «Perla del Calcio» ce ne potrà essere solo una, ma il tesoro del calcio femminile è di tutti.

Ora la parola ai giurati, ai quali come sempre spetterà il compito di incoronare la regina ed emettere il verdetto finale.