Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

07.05.2015

Per la Bedizzolese
la delusione è di rigore

Il tecnico Francesco Faini consola i suoi giocatori a fine partita
Il tecnico Francesco Faini consola i suoi giocatori a fine partita

Anche stavolta gli dei del calcio non hanno avuto pietà del calcio bresciano. A Palazzolo, davanti a oltre 1000 spettatori, la buona stella del timorato e ultra-retrocesso Sporting Adda Bottanuco non si esaurisce. La squadra bergamasca batte la Bedizzolese dagli undici metri, come un anno fa l'Alcione con il Rezzato dei giganti. Il fuoco sacro è nel piede di Piazzalunga, match-winner di una Coppa che Brescia non vede da 8 anni: il Vallecamonica di Roby Berlinghieri resta ad oggi l'unica ad averlo vinto.
LA PARTITA è uno stillicidio. I granata mettono in campo l'incontestabile superiorità da campionato (ottavo posto contro ultimo, 50 punti a 13) per provare a presidiare l'area avversaria. Ma non è cosa semplice. Se il primo schizzo sul taccuino è un tiro di Fogliata dal limite al 19', significa che il piano di battaglia va rivisto e in fretta. Faini si agita, il suo omologo bergamasco non fiata. E viene baciato in fronte dal padreterno (20'): una punizione dalla tre quarti diventa una scheggia impazzita che s'infila tra Musteata e il primo palo. Shock da 0-1. La reazione? Solito Fogliata, solito sparo dal limite, ma altissimo. Il Bottanuco gioca con il cronometro e tiene il vantaggio ma non contiene l'ira funesta di Federico Fogliata, escluso un anno fa dalla fatal finale che tolse Rezzato un titolo meritato e straripante sul prato di Palazzolo. Il laterale mancino della Bedi la spara per Ghinghina, che di piattone trova solo le mani di Abbiati (39'). Poi svernicia il palo lontano con un terra-aria che sbatte sull'ambulanza di fondocampo (41'). Lo stillicidio prosegue, e due gocce s'infrangono sulla testa dei granata: botta di Botturi dal limite (45'), traversa di Brunati a un amen dal riposo (46').
NELLA RIPRESA può cambiare tutto. I bergamaschi iniziano gestendo nervosamente il cronometro, ma concedono il colpo dell'1-1 (5'): punizione di Brunati, capocciata di Botturi. Ma gli dei ci rimettono lo zampino quando dirigono alle spalle di Musteata una stella cadente sulla testa di Giovanni Regazzoni (12'). Faini osa il cambio che gli concede i supplementari: dentro Guzman che scarica in rete di prepotenza il pallone del 2-2. L'extra time scorre tra intraprendenza granata e tracotanza bergamasca. Ci vogliono i calci di rigore. Ma anche lì gli dei non hanno pietà della Bedizzolese. Vince il Bottanuco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]