Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

29.10.2010

Piovani-Rodengo, il secondo capitolo


 Gianpietro Piovani dirige il primo allenamento FOTOLIVE
Gianpietro Piovani dirige il primo allenamento FOTOLIVE

Mercoledì l'investitura ufficiosa, ieri mattina l'incontro decisivo con presidente e direttore sportivo, poi il pranzo con la squadra e infine, nel pomeriggio, l'allenamento a San Polo, sul campo in erba sintetica delle Rondinelle. È stato un primo giorno di scuola fitto di impegni per Giampiero Piovani, da ieri, ufficialmente, nuovo allenatore del Rodengo. La notizia dell'ingaggio dell'ex giocatore di Brescia e Piacenza, che era nell'aria da almeno una decina di giorni (dal post derby con la Feralpi Salò), è arrivata nella tarda mattinata, a poco meno di 24 ore dalle dimissioni di Paolo Rodolfi e del suo secondo, Marco Piovanelli.
«È COME tornare a casa - spiega il neotecnico gialloblù -. Di Rodengo e dei due anni trascorsi in Franciacorta ho sempre conservato un bellissimo ricordo. Sono felice di ripartire da qui e mi fa piacere che il presidente Ferrari e il ds Frassi abbiano pensato a me nel momento in cui c'era bisogno di un allenatore. Vuol dire che qualcosa di buono l'ho fatto con questi colori addosso». Piovani la maglia del Rodengo l'ha vestita dal novembre del 2006 al maggio 2008, vincendo un campionato di Serie D nel 2007, con Ermanno Franzoni, e contribuendo a portare la squadra ai play-off di C2 nella stagione successiva, conclusasi con la sconfitta in semifinale per mano del Lumezzane di Menichini e Maccan.
L'anno scorso, alla prima stagione da allenatore, l'ex bandiera del Piacenza ha guidato la Verolese a una brillante salvezza in Serie D. Quella del Rodengo sarà dunque la prima panchina tra i professionisti. «Credo che il mio primo compito sia quello di lavorare sull'entusiasmo e sulla convinzione - prosegue Piovani -. Dal punto di vista tecnico e tattico la squadra c'è. Ovviamente ho in testa alcuni accorgimenti e correttivi, ma la priorità in questo momento è quella di restituire serenità». Piovani eredita un Rodengo che non vince da cinque giornate, due pareggi e tre sconfitte interne, l'ultima delle quali, il 2-0 rimediato dalla Pro Patria, ha sancito la fine dell'era Rodolfi. I gialloblù attualmente sono settimi in classifica, a quota 12, ma domenica osserveranno un turno di riposo e dunque è facile prevedere un ulteriore scivolamento verso il basso.
PIOVANI debutterà il 7 novembre nella trasferta di Chiavari, in casa della Virtus Entella. «La società non mi ha chiesto di raggiungere nessun obiettivo particolare - conclude -. Credo che con molta umiltà si debba pensare a ricompattare l'ambiente e a salvarsi il prima possibile». Nella rosa del Rodengo sono quattro gli elementi che hanno giocato con lui ai tempi di Franzoni: Pedersoli, Bertoni, Martinelli e Araboni. «Sappiamo chi è Piovani e se lo abbiamo scelto è perché abbiamo già avuto modo di apprezzarne le sue qualità umane e sportive - commenta il presidente Alessandro Ferrari -. Se ci metterà la stessa voglia che metteva in campo quando era in campo questa squadra potrà arrivare lontano». E sul divorzio da Rodolfi: «Una persona seria, ci siamo lasciati senza rancore - precisa Ferrari -. Ma sono sicuro che la società abbia fatto la cosa giusta puntando su Piovani. Cosa gli chiediamo? Di riportare entusiasmo, di far esprimere la squadra ai livelli che competono alla nostra rosa e di valorizzare i nostri giovani».

Luca Canini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
29
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
24
Hellas Verona
22
Brescia
21
Benevento
21
Perugia
21
Spezia
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Ascoli
19
Venezia
19
Cosenza
14
Crotone
12
Padova
11
Carpi
10
Foggia
9
Livorno
9
Benevento - Hellas Verona
0-1
Cremonese - Cittadella
0-0
Lecce - Perugia
0-0
Livorno - Foggia
3-1
Padova - Palermo
1-3
Pescara - Carpi
2-0
Salernitana - Brescia
Spezia - Cosenza
4-0
Venezia - Ascoli
1-0
Crotone - [ha Riposato]