Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 febbraio 2018

Sport

Chiudi

08.02.2018

Calvisano-Brunello, il matrimonio si allunga

Massimo Brunello: il tecnico 50enne ha riportato lo scudetto a Calvisano con il sesto tricolore del club
Massimo Brunello: il tecnico 50enne ha riportato lo scudetto a Calvisano con il sesto tricolore del club

Andrea Dimasi Quello tra Massimo Brunello e il Patarò Calvisano è un matrimonio destinato a durare per altre due stagioni. L’impressione aleggiava ormai da qualche giorni dalle parti del Pata Stadium, ma il presidente Alessandro Vaccari e l’allenatore che lo scorso anno ha riportato i gialloneri sul trono d’Italia diventando dunque il quarto tecnico della storia della società a fregiarsi dello scudetto, hanno voluto annunciare ufficialmente il prolungamento dell’accordo che vedrà Brunello restare sulla panchina di Calvisano anche per le stagioni 2018/2019 e 2019/2020. «VOLEVAMO METTERE a tacere certi rumors - ha spiegato Vaccari -: il nostro è un rapporto che durerà ancora altri due anni. Nelle scorse settimane ci siamo confrontati riguardo le nostre posizioni, e abbiamo deciso di analizzare i pregi e i difetti di una collaborazione così lunga: condividiamo le stesse idee, e abbiamo dunque deciso di proseguire il cammino insieme». Dal 2005, anno della conquista del primo scudetto da parte della società di via San Michele, nessun tecnico italiano ha guidato Calvisano per più di due stagioni consecutive; e ora Brunello non solo ha inaugurato il terzo capitolo in questo campionato, ma ha allo stesso tempo ha deciso di sposare un progetto che ha lo scopo ben preciso di arricchire il palmarès del Patarò e di valorizzare i tanti giovani talenti italiani che annualmente sbarcano nella società per giocarsi le loro chance nel professionismo. «Non ho mai condiviso l’idea che un ciclo debba per forza chiudersi dopo due o tre anni – ha spiegato ancora il presidente Vaccari -. Un rapporto dura se ci sono gli stimoli e il rispetto reciproco, per questo motivo siamo felici di poter continuare a lavorare con Brunello fino al 2020. Stiamo parlando di un tecnico e di un uomo dalle grandi doti tecniche e caratteriali, e poiché la nostra vocazione rivolta alla ricerca e alla crescita dei giovani rimarrà tale anche nei prossimi anni, crediamo che la presenza di un allenatore di questo calibro possa giocare un ruolo decisivo nella concorrenza per accaparrarsi i migliori giocatori con le altre big dell’Eccellenza». DOPO AVER PERSO la finale scudetto contro il “suo” Rovigo nella prima stagione da allenatore in carica, da un anno a questa parte Massimo Brunello, cinquant’anni compiuti lo scorso giugno, è stato l’artefice del rilancio del progetto Calvisano; e così sarà ancora il tecnico di Arquà Polesine a guidare i gialloneri verso nuovi successi: «Le parole del presidente mi fanno molto piacere – ha detto -, questa è una società dai grandi valori morali, e che mi è rimasta sempre vicina in quei pochi momenti di difficoltà avuti in questi anni. Calvisano è una famiglia, e io sono orgoglioso di poter proseguire questo progetto insieme». Anche l’allenatore veneto condivide che i compiti futuri che gli spettano saranno il traguardo di nuove vittorie e la valorizzazione dei giovani: un aspetto che di certo non intimorisce Brunello, visto che ben due elementi che lo scorso anno hanno contribuito a vincere il sesto scudetto della storia della società, domenica hanno vestito l’azzurro contro l’Inghilterra. «Sono un allenatore ambizioso – ha detto ancora Brunello – e ovviamente un domani mi piacerebbe allenare a un livello più alto dell’Eccellenza, ma al momento non ne faccio un ossessione: qui ho grandi stimoli e la conferma da parte della società vuol dire molto per me. Quest’anno abbiamo raggiunto l’obiettivo di arrivare alla semifinale del Continental Shield e ora pensiamo solo a riportare la finale al Pata Stadium: forse non è normale restare cinque anni nello stesso club, ma è una soddisfazione essere entrato nella storia di una società così gloriosa». Con lui, continuerà a collaborare anche lo staff tecnico composto da Giuseppe Mor e Cristiano Durante, assistenti che Brunello ha fortemente voluto che venissero riconfermati. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
49
Frosinone
46
Palermo
43
Cittadella
41
Bari
41
Venezia
39
Cremonese
37
Parma
37
Spezia
36
Carpi
36
Pescara
35
Perugia
34
Foggia
34
Novara
31
Salernitana
31
Avellino
30
Entella
28
Cesena
28
Brescia
27
Pro Vercelli
26
Ascoli
23
Ternana
22
Brescia - Ternana
Cesena - Cittadella
0-1
Cremonese - Bari
0-1
Empoli - Parma
4-0
Entella - Pescara
0-0
Foggia - Carpi
3-0
Frosinone - Ascoli
Novara - Spezia
1-1
Perugia - Palermo
1-0
Salernitana - Pro Vercelli
0-0
Venezia - Avellino
3-1