Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 novembre 2018

Sport

Chiudi

02.09.2018

Calvisano, un altro passo in avanti

Pierre Bruno:  per il Patarò Calvisano si avvicina il momento del debutto nella nuova Top 12
Pierre Bruno: per il Patarò Calvisano si avvicina il momento del debutto nella nuova Top 12

Nella speranza di poter mettere le mani sul settimo scudetto il 18 maggio, ovvero il giorno della finale della prossima Top 12, il Patarò Calvisano mette in bacheca il Trofeo Adriano Pedrini, un classico dell’estate dedicato alla memoria dello storico presidente del Rugby Badia e giunto alla dodicesima edizione. I GIALLONERI di Massimo Brunello mettono le mani sulla coppa dopo essersi aggiudicati la finale contro i Medicei, capaci di fermare Bruno e compagni durante i tempi regolamentari prima di doversi arrendere nella serie di drop che hanno incoronato i vicecampioni d’Italia come padroni assoluti della serata nel Polesine. E così, a pochi chilometri da casa Brunello, il tecnico del Calvisano raccoglie nuove indicazioni importanti dopo il successo di una settimana fa contro Mogliano. Capace di battere Reggio Emilia e i Medicei, e di arrendersi a Verona soltanto ai drop, il Patarò compie un ulteriore passo in avanti sul profilo del gioco e della tenuta, dissipando un altro po’ di dubbi quando mancano meno di due settimane al primo kick-off della nuova stagione di Top 12. Inserito nel girone B, è proprio di Calvisano il primo match della giornata in Veneto, con i gialloneri bravi a interpretare nel migliore dei modi la sfida contro quello stesso Reggio che venerdì sarà di scena al Pata Stadium per l’ultimo test che chiuderà la preparazione estiva in via San Michele. NEI TRENTA MINUTI di gioco i bresciani schiacciano gli emiliani nei loro ventidue, e il 5-0 finale nasce da un’azione sull’asse Bruno-Van Zyl che spedisce in meta la trequarti sudafricana. Tornati nuovamente in campo per disputare una nuova mezz’ora contro Verona, quello stesso avversario con il quale il Patarò si misurerà in gara ufficiale il 15 settembre, Calvisano mostra un buon possesso ma fatica a superare le maglie difensive della neopromossa matricola scaligera. E così a rompere l’equilibrio è una mischia chiusa che porta Luccardi oltre la linea. I VENETI, tuttavia, non si danno per vinti, mettono sotto assedio i pali gialloneri e nei secondi finali pescano la meta che vale il pareggio e la serie di drop. Al piede il tentativo di Paolo Pescetto non basta a conquistare la matematica certezza del primo posto nel girone (che arriverà comunque per classifica avulsa) e la sfida dice Verona. Il primo posto nell’urna spedisce gli uomini di Massimo Brunello alla finalissima contro i Medicei, tra i pretendenti più accreditati a un posto nei play-off del campionato di Top 12 alle porte. E che i fiorentini siano un osso duro lo si capisce dopo pochi minuti. Calvisano costruisce ma non sfonda, e dall’altra parte la manovra toscana rischia di far crollare il castello di Gavrilita e soci. Di sussulti nei ventidue metri delle rispettive squadre, tuttavia, non se ne vedono, e anche questa partita si trascina ai drop. Casilio, Pescetto e Bruno non si fanno pregare, e l’errore di Biffi è poi decisivo per la consegna del trofeo nelle mani dei ragazzi di Brunello. «Sono soddisfatto di quello che ho visto - spiega il tecnico giallonero al termine della serata - È stato un allenamento dal quale ho potuto trarre indicazioni importanti da tutti i giocatori utilizzati nel corso delle tre sfide. Mi è piaciuto il tanto possesso creato dai ragazzi, ma non mi va giù che la trequarti non sia riuscita a sfruttarlo. Non è possibile creare così tanto gioco e non riuscire poi ad andare in meta». Sguardo comunque avanti e mente già focalizzata sui prossimi impegni, con l’obiettivo di migliorare. «Durante la settimana torneremo a lavorare su questo aspetto: ci vuole più fluidità nello scambio e nel gioco della trequarti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
24
Pescara
22
Salernitana
20
Cittadella
19
Lecce
19
Brescia
18
Hellas Verona
18
Benevento
17
Perugia
17
Spezia
16
Cremonese
15
Ascoli
15
Venezia
12
Crotone
12
Padova
11
Cosenza
8
Foggia
7
Carpi
7
Livorno
5
Ascoli - Padova
2-3
Brescia - Hellas Verona
4-2
Carpi - Benevento
2-2
Cittadella - Venezia
3-2
Cosenza - Lecce
2-3
Cremonese - Livorno
1-0
Palermo - Pescara
3-0
Perugia - Crotone
2-1
Salernitana - Spezia
1-0
Foggia - [ha Riposato]