Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 dicembre 2018

Sport

Chiudi

19.02.2018

Il Brescia trema, ma centra il tris al fotofinish

Esultanza dei giocatori del Brescia che sono riusciti ad agguantare la vittoria alla fine  FOTOLIVE
Esultanza dei giocatori del Brescia che sono riusciti ad agguantare la vittoria alla fine FOTOLIVE

Il Brescia cala il tris di successi, ma che fatica per battere il fanalino di coda Udine, regolato soltanto nei secondi finali. Se dopo le vittorie di prestigio ottenute prima della pausa, il match contro i friulani non avrebbe dovuto nascondere particolari insidie, in realtà la Leonessa passa un pomeriggio nel quale è continuamente costretta a inseguire un avversario che, fatta eccezione per i primi venti minuti, vive di rendita fino alla fine. L’acuto finale di Mariani è quello che vale il definitivo sorpasso e permette ai biancoblù di confermare l'ottimo momento in fatto di risultati e le buone impressioni destate per ora in questa seconda fase del campionato di serie A. IN VIA DELLA MAGGIA, il cielo coperto e il forte vento non rendono gradevole il match, ma a gelare il Brescia è l’ottimo inizio di Udine che, al quarto minuto, approfitta di un varco libero nei ventidue di casa e va a segno con la progressione di Flynn. La meta del neozelandese è come uno schiaffo per Trevisani e soci, che per tutto il corso del primo quarto restano in balia dell’avversario. Il minuto che cambia la sfida è il 24°: i biancoblù risalgono il campo in una ripartenza veloce, e in campo aperto è lo scarico di Casali che lancia in meta Bertè, protagonista premiato a fine partita come Man of the Match. I Pisati’s ci prendono gusto, aumentano il foprcing e pochi minuti più tardi sorpassano Udine grazie a un pallone in uscita da una mischia ordinata che permette a Gandolfi di schiacciare oltre la linea. Quando ormai l’intervallo è ad un passo, tuttavia, una nuova doccia gelata spedisce l’Invernici all’inferno, perché su una sortita offensiva degli ospiti, Miranda sgambetta Balzi diretto in area di meta e l’arbitro assegna una meta tecnica che permette ai friulani di chiudere la prima frazione avanti nel punteggio. Nella ripresa, il Brescia diventa padrone e schiaccia nell’angolo Udine, ancorata alla sfida soltanto perché sono i padroni di casa a permetterlo con qualche disattenzione. Sul 15-14, tuttavia, sull’unico attacco dei secondi quaranta minuti, una maul avanzante permette al pilone Picchietti di riportare avanti Udine senza grandi meriti. Negli ultimi dieci minuti della gara, il match torna a disputarsi nei ventidue metri udinesi. Gli uomini di Pisati optano per una serie di touche ma, senza riuscire a scardinare il fortino, ci vuole qualcosa di diverso: così, a sessanta secondi dal termine, uno scarico di Mariani mette il turbo ad Azzini, autore della meta che fa esplodere l’Invernici e salva l’imbattibilità. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
30
Brescia
27
Lecce
26
Pescara
26
Cittadella
25
Hellas Verona
25
Benevento
22
Perugia
22
Spezia
21
Venezia
20
Ascoli
20
Salernitana
20
Cremonese
19
Cosenza
15
Crotone
13
Carpi
13
Foggia
12
Padova
11
Livorno
10
Ascoli - Cittadella
1-1
Brescia - Lecce
2-1
Carpi - Salernitana
3-2
Cosenza - Benevento
0-0
Crotone - Venezia
1-1
Foggia - Cremonese
3-1
Hellas Verona - Pescara
3-1
Palermo - Livorno
1-1
Perugia - Spezia
1-1
Padova - [ha Riposato]