Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 ottobre 2017

Sport

Chiudi

16.09.2017

Il Calvisano è travolgente
E il Brescia non ha scampo

Le formazioni di Patarò Calvisano e Brescia in campo per la sfida amichevole ampiamente vinta dalla formazione giallonera FOTOLIVEPaz e Locatelli al confronto diretto nella sfida amichevole del Pata Stadium FOTOLIVE/Alessio GuittiL’esultanza del Brescia per la meta realizzata da Miranda FOTOLIVE
Le formazioni di Patarò Calvisano e Brescia in campo per la sfida amichevole ampiamente vinta dalla formazione giallonera FOTOLIVEPaz e Locatelli al confronto diretto nella sfida amichevole del Pata Stadium FOTOLIVE/Alessio GuittiL’esultanza del Brescia per la meta realizzata da Miranda FOTOLIVE

Si chiude con un successo straripante l’ultimo appuntamento pre-stagionale del Patarò Calvisano di Massimo Brunello che, liquida il Brescia senza alcun problema e con oltre 100 punti realizzati.

Se la speranza per lo spettacolo in campo fosse quello di restare sotto il 66-0 che aveva chiuso il derby dello scorso novembre, l’aspettativa è stata invece da cestinare dopo un’ora di gioco: troppo ampio, infatti, il divario tra le due squadre, con i campioni d’Italia che fanno la voce grosso dal primo all’ultimo minuto e possono archiviare così una fase prestagionale che ha visto i gialloneri aggiudicarsi tre impegni su quattro.

Nonostante il punteggio finale, lascia il campo a testa alta anche il Brescia di Marco Pisati, imbottito di giovani leve e con qualche elemento in prova, dignitoso a battersi comunque su ogni pallone e bravo a trovare gli unici punti del match giunti allo scadere del primo tempo grazie a un delizioso intercetto di Gerardo Miranda.

PRONTI, VIA e Calvisano mette subito le cose chiaro. Passano 120 secondi, infatti, e un buco di Lucchin spalanca le porte del campo a Joaquin Paz che porta l’ovale al di là dei pali. Trascorrono altri 120 secondi, e questa volta è Chiesa a spezzare la resistenza della retroguardia biancoblù e a siglare la seconda delle nove mete messe a referto dai campioni d’Italia nel corso della prima frazione.

La Leonessa si difende come può e si affida al calcio lungo per uscire dal guscio, ma il confronto fisico e il dominio territoriale resta sempre affare dei padroni di casa, che danno spettacolo con la velocità di quella trequarti che lo scorso anno ha contribuito in modo importante a riportare il tricolore in via San Michele. Da un recupero palla a metà campo e da un’azione multifase nei ventidue metri nascono le mete di Balocchi e Bruno, quest’ultimo in luce nel primo tempo grazie a una doppietta siglata nel giro di pochi minuti, ma l’azione più bella di tutto il match resta quella che al 20’ porta alla nuova marcatura di Balocchi che, servito da un ottimo calcetto di Novillo per liberarsi di un avversario, porta oltre la linea la meta del 36-0. Non c’è però solo la trequarti a mettere le ali alla squadra di Brunello: tra i migliori in campo spicca anche Jimmy Tuivaiti, all’atteso debutto nel pre-campionato, capace di chiudere la gara top-scorer con tre mete nella ripresa e con un’azione, quella appunto del 36-0 firmato Balocchi, aperta dalla terza linea con un acuto che lascia a terra almeno sei elementi del Brescia.

ALL’INTERVALLO è 57-5, e nella ripresa la pioggia e il campo viscido complicano la vita delle giovani leve di Pisati. La girandola di cambi porta in campo Mortali, che dalla piazzola realizza il suo personale 6/7.

A trovare la via del tabellino sono anche Leso e De Santis, entrambi a segno grazie al lavoro della mischia chiusa. Così Brunello nel dopogara: «La differenza di categoria è stata evidente, ma ritengo comunque sia stato un buon test. Entrambe le squadre si sono battute al massimo, ma il risultato è un aspetto che non deve essere guardato da nessuno, soprattutto dal Brescia, che in campo ha schierato dei giovani di valore che tra un anno potrebbero anche vestire la nostra maglia. Sul piano fisico abbiamo fatto bene, ora dobbiamo raccogliere in campionato quanto studiato in queste settimane». Per il Brescia parla il vicepresidente Francesco Braga: «Venire qui e affrontare Calvisano non è da tutti: complimenti a questi ragazzi che non si sono mai tirati indietro, il confronto con una squadra di questo tipo li aiuterà a crescere».

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
17
Venezia
17
Cremonese
16
Bari
16
Pescara
16
Frosinone
16
Novara
16
Palermo
15
Carpi
15
Parma
14
Salernitana
13
Perugia
13
Cittadella
13
Avellino
13
Spezia
13
Brescia
13
Entella
12
Ternana
11
Foggia
11
Pro Vercelli
10
Ascoli
10
Cesena
8
Ascoli - Spezia
Avellino - Pro Vercelli
Brescia - Bari
2-1
Carpi - Palermo
Cittadella - Venezia
Empoli - Pescara
Foggia - Parma
Frosinone - Ternana
Novara - Salernitana
Perugia - Cesena
Entella - Cremonese