Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 ottobre 2017

Sport

Chiudi

24.09.2017

Il Calvisano riprende
come aveva lasciato:
è subito solo in vetta

Alberto Chiesa: in metaJoaquin Paz: ha firmato la prima meta stagionale del Patarò Calvisano e dato il via alla rimonta di Firenze
Alberto Chiesa: in metaJoaquin Paz: ha firmato la prima meta stagionale del Patarò Calvisano e dato il via alla rimonta di Firenze

Andrea Dimasi

FIRENZE

Vincere senza brillare? Il Patarò Calvisano di Massimo Brunello non è abituato, ma a volte bisogna fare di necessità virtù, e allora, nel giorno del debutto, i gialloneri soffrono, restano in balia dell’avversario Medicei per un tempo, ma complice uno straordinario inizio di ripresa, alla fine strappano successo e punto bonus, inaugurando la stagione come si era chiusa, e schizzando al primato solitario della graduatoria.

EPPURE, al Mario Lodigiani – impianto dedicato alla memoria dell’ex general manager del Calvisano d’inizio anni Duemila -, la sfida contro la neo-promossa formazione fiorentina risulta essere la gara difficile che ci si aspettava da settimane. Specialmente nel primo tempo, spinti dall’entusiasmo e dalla carica di oltre un migliaio di tifosi presenti, i Medicei fanno quel che vogliono nella metà campo dei campioni d’Italia, e soltanto l’imprecisione e il miglior rendimento di Chiesa e compagni in touche evita la fuga dei padroni di casa. Ma ad inaugurare il primo tabellino stagionale, sono i toscani, grazie a due calci. Lo specialista Newton non si fa pregare, ed entro la prima mezz’ora di gioco calcia in mezzo ai pali il parziale di 6-0 con il quale si chiude il primo tempo.

La ramanzina di Massimo Brunello all’intervallo rinvigorisce la sua squadra, che al rientro dagli spogliatoi sfila l’abito della squadra lenta e impacciata e torna a indossare quello con la velocità d’esecuzione nella trequarti. Passano 120 secondi, e da una mischia ai dieci metri nasce la corsa di Paz che, resistendo a due cariche, termina in area di meta biancorossa. Solidità e possesso, chiave del primo tempo dei Medicei, diventano merce rara nell’angolo della squadra di Presutti, che al 6’si trova anche con l’uomo in meno per il giallo sbandierato a Rodwell. Con l’uomo in più e con il ritrovato spirito dei giorni migliori, il Patarò fa suo il match: prima, all’11’, Leso si fa trascinare oltre i pali da una maul formatasi grazie a una touche ai ventidue metri; poi, sei minuti più tardi, Balocchi realizza l’azione più bella del pomeriggio in Toscana: recuperato l’ovale a metà campo, l’ala di Brunello scambia la sfera con un paio di compagni e fugge via per via laterali fino a depositare a terra il pallone che Mortali trasformerà nel 19-6 a favore dei campioni d’Italia.

NEGLI ULTIMI dieci minuti, la gara si fa scoppiettante. Da una touche e dalla successiva rolling maul nasce la meta di Cosi che riporta i Medicei in zona bonus, ma a stroncare le speranze dei fiorentini è un toscano doc, Alberto Chiesa, di Livorno, che su una dormita difensiva dei padroni di casa si fa servire l’ovale a metà campo e termina la sua corsa oltre l’area di meta avversaria. Finita? Nemmeno questa volta, perché a due minuti dalla fine una meta tecnica restituisce suspense al match prima che, a tempo scaduto, il calcio di Mortali privi i padroni di casa di un punto bonus che sarebbe stato meritato.

In una prestazione «sporca» vince dunque il Calvisano, che rientra al Pata Stadium con tanto di punto bonus e con la convinzione di avere nelle proprie corde le risorse necessarie di saper vincere anche quando le cose si mettono sul piano peggiore: per questa volta conta la sostanza.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
17
Venezia
17
Cremonese
16
Bari
16
Pescara
16
Frosinone
16
Novara
16
Palermo
15
Carpi
15
Parma
14
Salernitana
13
Perugia
13
Cittadella
13
Avellino
13
Spezia
13
Entella
12
Ternana
11
Foggia
11
Pro Vercelli
10
Ascoli
10
Brescia
10
Cesena
8
Bari - Cittadella
4-2
Cesena - Foggia
3-3
Cremonese - Brescia
2-0
Palermo - Novara
0-2
Parma - Entella
3-1
Pescara - Avellino
2-1
Pro Vercelli - Carpi
0-0
Salernitana - Frosinone
1-1
Spezia - Perugia
4-2
Ternana - Ascoli
1-1
Venezia - Empoli
1-0