Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 gennaio 2018

Sport

Chiudi

23.12.2017

Il Patarò Calvisano vuole farsi luce con il fanalino

L’argentino Joaquin Paz, 24 anni, mediano di apertura-centro del Patarò Calvisano FOTOLIVE
L’argentino Joaquin Paz, 24 anni, mediano di apertura-centro del Patarò Calvisano FOTOLIVE

Andrea Dimasi L’ultimo impegno di un 2017 da incorniciare porta il Patarò Calvisano sul campo del Mogliano (ore 15), nel match che chiuderà il girone di andata del campionato di Eccellenza. Conquistato l’accesso alla seconda fase di Continental Shield con la bella prova sul Rovigo, dunque, per i gialloneri si profila all’orizzonte un nuovo impegno che mette in palio un altro degli obiettivi stagionali: il titolo di campione d’inverno. A +2 sui Bersaglieri e a +3 sul Petrarca Padova, quello del «Quaggia» potrebbe rivelarsi un turno favorevole per i campioni d’Italia che, in virtù dello scontro diretto tra le 2 inseguitrici, con un successo condito dal punto di bonus avrebbe la possibilità di prendere le distanze da una delle 2 pretendenti allo scudetto e accennare il primo vero tentativo di allungo della stagione. Per farlo, tuttavia, il Patarò Calvisano innanzitutto è chiamato a superare il Mogliano, fanalino di coda, fin qui sempre sconfitta sia in campionato che nel Trofeo Eccellenza. PER LA SOCIETÀ veneta, dunque, quella in corso non è un’annata favorevole: alle grandi difficoltà tecniche incontrate fino a questo momento, nelle ultime settimane si sono aggiunti anche gravi problemi economici che hanno peggiorato una situazione che sta per sfociare nel caso. Nelle scorse settimane il direttivo ha annunciato l’intenzione di ridurre del 30 per cento gli stipendi dei suoi tesserati, e a Mogliano è già partito il «fuggi fuggi» generale, con la seconda linea sudafricana, il forte Thor Halvorsen, che proprio nelle ultime ore ha fatto i bagagli e ha lasciato il club. Il difficile cammino del Mogliano non deve essere però sottovalutato da Calvisano, che proprio nei confronti dei veneti non conta precedenti così favorevoli. Nell’ultima straordinaria stagione conclusa con il ritorno sul tetto d’Italia, infatti, il Mogliano ha rappresentato l’unico neo. Nel match di Qualifying Cup del dicembre 2016, sul campo di Mogliano i campioni d’Italia persero un match che costò il primo posto nel girone e il successivo approdo alla fase eliminatoria; 3 mesi dopo, sullo stesso campo, l’unico «ko» del campionato ai gialloneri, che misero fine alla storica striscia di 11 successi consecutivi che durava dalla prima giornata. NONOSTANTE in questa stagione l’equilibrio sia differente, coach Massimo Brunello invita comunque i suoi uomini alla massima cautela: «Incontriamo una società che stimo molto, composta da un organico molto giovane – le parole del tecnico del Patarò -. Nonostante non abbia ancora trovato il primo successo della stagione, Mogliano pratica un gioco interessante, e per questo motivo dovremo fare molta attenzione, ancorandoci alle nostre fasi di conquista e mettendo in pratica il nostro gioco. È assolutamente vietato avere cali di tensione, perché ricordiamo bene le 2 sconfitte dello scorso anno su questo campo». Per l’ultima uscita dell’anno, l’allenatore del Calvisano e il suo staff devono fare i conti con le numerose assenze nel pacchetto di mischia, orfano di pedine del calibro di Leso, Biancotti e Casolari. In prima linea spazio all’inedito trio composto da Zilocchi, Giovanchelli e Cafaro. Nei trequarti, Bruno torna e si prende una maglia da titolare al posto di Chiesa. Chance dal primo minuto per Balocchi all’ala. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Palermo
39
Frosinone
37
Empoli
34
Bari
34
Parma
33
Cremonese
32
Cittadella
32
Spezia
30
Venezia
29
Carpi
29
Pescara
28
Salernitana
26
Avellino
25
Perugia
24
Novara
24
Entella
24
Brescia
23
Cesena
23
Foggia
22
Ternana
21
Ascoli
20
Pro Vercelli
18
Avellino - Ternana
2-1
Brescia - Ascoli
0-1
Carpi - Bari
0-0
Cremonese - Cesena
1-0
Foggia - Frosinone
1-2
Palermo - Salernitana
3-0
Parma - Spezia
0-0
Perugia - Empoli
2-4
Pescara - Venezia
1-0
Pro Vercelli - Cittadella
1-2
Entella - Novara
2-1