Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2018

Sport

Chiudi

05.02.2018

Inghilterra spietata L’Italia cade subito, si rialza e poi crolla

L’azzurro Matteo Minozzi cerca di contrastare Anthony Watson ANSA
L’azzurro Matteo Minozzi cerca di contrastare Anthony Watson ANSA

ROMA Non poteva essere l’Italrugby a rovinare il debutto dell’In- ghilterra nel «Sei Nazioni» 2018. All’Olimpico di Roma, come da previsioni, gli azzurri hanno subito un 46-15 pesante, seppur maturato soprattutto nei minuti finali. Colpa di una panchina corta, di troppi giocatori giovani ed inesperti e di un gap ancora evidente con i «maestri», campioni in carica e ora con un bottino di 24 partite vinte nelle ultime 25. In uno stadio gremito da 62 mila spettatori, un terzo dei quali provenienti da oltre Manica, l’Italia soffre subito la fisicità avversaria. Al 3’ gli inglesi sono già in vantaggio con la meta di Watson che Farrell non riesce a trasformare. All’11’ il XV della Rosa schiaccia ancora oltre la linea bianca con il velocissimo Watson, prodezza timbrata dal Tmo richiesto dal francese Raynal. Farrell è ancora impreciso dalla piazzola e l’Italia si ritrova sotto «solo» per 10-0. Un motivo in più per tentare una reazione d’orgoglio, che al 20’ porta alla marcatura di Benvenuti, che concretizza il gran lavoro della mischia ordinata con il quinto squillo in Nazionale. Allan non trasforma e il gap è fortemente ridotto (7-10). Gli inglesi, però, al 27’ vanno ancora in meta con Farrell, che poi si riscatta con la trasformazione del 17-7. L’Italia barcolla, ma resta in piedi e prima dell’intervallo accorcia con un’altra punizione di Allan. Nella ripresa, sul 10-17, meta annullata a Boni per un evidente «in avanti». Ai britannici serve una marcatura per il bonus e al 13’ la firma Simmonds, che penetra la difesa azzurra come burro per consegnare a Farrell la trasformazione del 27-10. L’Italia non si deprime e al 18’ trova la seconda meta con Bellini, che resiste a un placcaggio alto e schiaccia senza togliere il braccio dall’ovale, così come certificato dal Tmo. Nel finale però gli azzurri tracollano e lo score si fa pesante: Ford (28’), Simmonds (35’) e Nowell (38’) firmano altre tre mete, con Farrell che fallisce solo l’ultima trasformazione. Finale: 46-15 per l’Inghilterra. Prossimo impegno per l’Italia: la proibitiva trasferta a Dublino contro l’Irlanda il 10 febbraio. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pescara
15
Hellas Verona
13
Lecce
12
Spezia
12
Palermo
11
Cremonese
11
Cittadella
10
Benevento
10
Brescia
10
Salernitana
10
Perugia
8
Crotone
7
Ascoli
6
Padova
6
Carpi
5
Foggia
4
Venezia
4
Cosenza
4
Livorno
2
Brescia - Padova
4-1
Carpi - Cosenza
1-1
Cremonese - Salernitana
0-0
Foggia - Ascoli
3-2
Hellas Verona - Lecce
0-2
Livorno - Spezia
1-3
Palermo - Crotone
1-0
Perugia - Venezia
1-0
Pescara - Benevento
2-1
Cittadella - [ha Riposato]