Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 febbraio 2018

Sport

Chiudi

15.12.2017

Lega Eccellenza: Calvisano capofila «per la crescita»

Il presidente Alessandro Vaccari
Il presidente Alessandro Vaccari

Andrea Dimasi Dopo anni di riunioni e promesse rimaste tali, la strada intrapresa adesso pare quella giusta: il 2018 sarà l'anno che vedrà sorgere la nuova Lega del campionato di Eccellenza, organo che si darà un nome, un marchio e che si doterà di un piano di marketing con lo scopo di rilanciare il rugby italiano. A portare avanti il progetto è per ora un consorzio formato dai dieci club che compongono la massima divisione italiana, ma l'obiettivo a lungo termine è quello di coinvolgere man mano anche le società delle serie minori, creando così una forma di associazionismo intermedio tra i club e la Federazione. La sfida è dare alla luce la nuova creatura prima della fine della stagione: un obiettivo credibile per Alessandro Vaccari, presidente del Patarò Calvisano, che alla possibilità della nascita di una Lega siè sempre espresso positivamente. «Credo che i tempi siano maturi - dice -. La maggior parte delle società di Eccellenza è favorevole, solo alcuni club sono invece diffidenti: e proprio a loro voglio ribadire che la Lega non sarà mai uno strumento di potere, come forse si preoccupano, ma una forma di collaborazione generale per rilanciare il nostro sport. Oggi la Fir è l'unico partner che abbiamo, ma non può amministrare tutto il carico di lavoro, per questo motivo ritengo importante che a questo pensi una Lega che inizi a muoversi dalla punta dell'iceberg del movimento». L' ALLARGAMENTO dell'Eccellenza a 12 squadre non sarà dunque la sola riforma che interesserà il rugby italiano nei prossimi anni. Sul tavolo di lavoro della Lega che verrà, infatti, ci sono innanzitutto quattro aspetti fondamentali per il rilancio del prodotto: dalla ricerca di un broadcaster - la scorsa edizione dell'Eccellenza, da quando esiste la commercializzazione dei diritti tv, à stata la prima della storia a non essere stata trasmessa in tv, ma da un anno a questa parte e' Rugby Channel a trasmettere tutti i match in streaming sul suo sito -, la ricerca di un sponsor al quale cedere i diritti al nome del campionato, la riforma dei campionati minori e la questione dei «permit players». «La questione sponsor è un aspetto che mi sta a cuore - prosegue Vaccari -. Non e' possibile che un movimento come la Spagna possa contare sui 200.000 euro a stagione di Heineken, mentre noi non abbiamo nessuno. Questa della Lega è una grande occasione per riacquistare credibilità e per stringere legami con altre istituzioni. Sono felice di aver incontrato la disponibilità del più alto numero di società, e provo sensazioni positive per questa nuova iniziativa». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
50
Frosinone
49
Palermo
44
Bari
44
Cittadella
42
Venezia
40
Spezia
39
Cremonese
38
Parma
38
Perugia
37
Carpi
37
Pescara
36
Foggia
34
Brescia
33
Avellino
33
Novara
31
Salernitana
31
Entella
29
Cesena
28
Pro Vercelli
27
Ascoli
26
Ternana
22
Ascoli - Cesena
2-1
Avellino - Novara
2-1
Carpi - Entella
0-0
Cittadella - Empoli
1-1
Foggia - Brescia
1-2
Frosinone - Perugia
1-3
Parma - Venezia
1-1
Pescara - Cremonese
0-0
Pro Vercelli - Palermo
0-0
Spezia - Salernitana
3-0
Ternana - Bari
1-2