Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 11 dicembre 2017

«Lenti nel primo tempo
ma ottima la reazione»

Il tecnico Massimo Brunello (BATCH)

Nel dopogara Massimo Brunello si tiene stretti successo e punto bonus, ma gli risulta difficile digerire quanto visto dalla sua squadra nel corso della prima frazione. <<E’ stata una partita abbastanza dura – spiega il tecnico del Calvisano -, ma questo era esattamente quello che ci aspettavamo. Nel primo tempo siamo stati lenti e poco reattivi, e non siamo mai riusciti a mettere la gara sui binari giusti. La tanta indisciplina, inoltre, ci ha complicato le cose, perché quando ci vengono fischiati contro almeno venti calci di punizione, è impossibile pensare di poter impostare il gioco».

«NELLA RIPRESA - aggiunge poi il tecnico - la mia squadra ha invece dato alla trequarti ritmo e velocità, il mix necessario che ha cambiato il match. Quando abbiamo deciso di accelerare l’azione, infatti, i Medicei non sono più stati capaci di reggere il confronto, e noi siamo riusciti a marcare anche mete di pregevole fattura e a sfoggiare un bel gioco simile a quello visto nello scorso campionato>>.

Dopo le difficoltà viste nel primo tempo, l’allenatore rodigino si aspettava un cambio di registro dai quindici in campo: una metamorfosi poi puntualmente arrivata e alla fine risultata decisiva per l’esito finale: «Voglio comunque complimentarmi con i ragazzi – ammette il coach del Patarò -, non era per nulla facile raddrizzare una gara che si era messa male e riuscire a conquistare un punto di bonus offensivo su un campo difficile come questo di Firenze. Adesso dobbiamo continuare a lavorare per crescere ancora, visto che i prossimi impegni che ci aspettano saranno ancora difficili, e i nostri rivali ci daranno del filo da torcere».A.D.