Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 17 luglio 2018

Rovato programma la risalita in tre anni

Ecco il gruppo del Rovato: tutto pronto per la prossima stagione di C (BATCH)

Se per la storia e la struttura del Rovato la presenza in serie B andava stretta, il ritorno in serie C non ha nulla a che vedere con i franciacortini, che dopo l’ultima retrocessione, ripartono dalla quarta divisione con un progetto triennale e tanto entusiasmo.

Guarite le cicatrici per l’abbandono della categoria superiore, arrivato nonostante un ritorno a media play-off, i rossoblù tornano in serie C con la promessa di uscirne a suon di record, come nel 2015-2016.

IL NUOVO PIANO triennale della società guarda più lontano e ad altri palcoscenici più nobili, ma al «Pagani» vogliono fare un passo per volta: «Ripartiamo con un nuovo tecnico con il quale c’è fiducia reciproca – spiega il presidente Pierangelo Merlini -. Siamo parte integrante del nostro paese, che ha grandi aspettative su di noi».

Di scena in una categoria dove i club bresciani sono ben 7, il Rovato è l’unica della provincia a essere stata inserita in un’urna, di stampo milanese-piemontese, che non offrirà al Condor derby cittadini. Chiuso il rapporto biennale con Alex Geddo, il nuovo inquilino della panchina rossoblù è il biellese Daniele Porrino, ex tecnico federale con un curriculum di tutto rispetto. A lui, dunque, il compito di ricostruire una squadra che, con quasi 50 giocatori in organico, ha ritenuto necessario iscrivere una seconda formazione al campionato Uisp, dove i più giovani potranno trovare minutaggio con più facilità: «La scelta d’iscrivere una seconda formazione nasce dalla necessità di far fare esperienza a chi avrà meno spazio in rosa – sottolinea Merlini -. Ci aspetta un campionato durissimo, noi vogliamo dimostrare di essere i più forti».

Capitolo mercato: sull’asse Brescia-Rovato sono arrivati al «Pagani» la prima linea Saviello e i trequarti Squizzato e Mambretti. Da Verona, invece, ha deciso di vestire rossoblù Alberto Bergamo, pluricampione d’Italia con Calvisano, che sarà anche tecnico dei trequarti. A.D.