Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
giovedì, 14 dicembre 2017

Tesseramenti
irregolari: -4
come il Lume

Junior Rugby Brescia e Rugby Lumezzane travolti da un insolito, quanto sfortunato, destino: entrambe le squadre sono state pizzicate dal giudice sportivo per la medesima svista burocratica. Giovedì nero dunque per le due bresciane colpite da un-4 in classifica a causa di due tesseramenti irregolari: nel caso del Brescia a finire nel mirino è la terza linea Emanuele Bellandi il quale è risultato tesserato con la società di via Della Maggia solo per la stagione 2016/2017 e non per la attuale; nel caso del Lumezzane, a non essere risultato tesserato per l’anno in corso è il trequarti centro Daniel Bushi. I rossoblù pertanto, vedono gettato alle ortiche il punto guadagnato in casa con Biella - frutto del 24-19 finale - convertito dalla giustizia sportiva in una sconfitta per 20-0. Discorso medesimo per il Brescia che, contro il Verona, aveva messo in tasca un punto di bonus offensivo grazie alle quattro mete segnate, ora annullato.

Da questa stagione, va detto, la procedura di tesseramento è profondamente cambiata: l’iter è infatti stato interamente trasferito su via telematica ed è stato inoltre eliminato l’invio cartaceo del tesserino. Una nuova modalità che ha generato dubbi da parte dei club, evidentemente ancora alle prese con il cambiamento. Lo hanno confermato i casi verificati in serie C così come un identico caso in B nel match tra Arechi e Paganica: un 5-49 completamente ribaltato con 4 punti di penalizzazione per gli ospiti. F.B.