Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
04 maggio 2016

Sport

Chiudi

15.10.2011

Sorpresa Salamon: «Zeman? Mi ha insegnato a difendere»


 Bartosz Salamon: ritrova da avversario il «maestro» Zeman
Bartosz Salamon: ritrova da avversario il «maestro» Zeman
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Questa non s'era mai sentita: «Con Zeman ho imparato a difendere meglio». Più che una constatazione, l'elogio più inconsueto (quindi interessante) che un giocatore, in questo caso Bartosz Salamon, possa rivolgersi al tecnico più votato al gioco offensivo di tutti i tempi. Zeman che non dedica certo alla fase difensiva l'attenzione che presta all'attacco, studiando schemi e combinazioni, ma soprattutto invitando i suoi giocatori ad andare all'assalto con il suo sfrontato 4-3-3. Lunedì il Brescia risale sulla giostra di Zemanlandia, visto che al Rigamonti è atteso il suo Pescara, e le suggestioni non mancano. Se in biancazzurro il boemo ha vissuto un periodo breve e infelice, d'altro canto Salamon con lui a Foggia, in Legapro, è cresciuto tanto.
«AVREI voluto tenere questo ragazzo qui, ma mi affascinava l'idea di affidarlo per qualche tempo a un maestro come Zeman», ha spiegato nei giorni scorsi il presidente Gino Corioni. «All'inizio - ricorda il centromediano classe '91 - ho fatto fatica: non capivo la sua mentalità, riuscivo a a seguirlo poco e non ero molto d'accordo con lui. Zeman è l'opposto di ogni altro allenatore. Non davo quello che avrei potuto, finché non ho cominciato a capire. Ho imparato a soffrire, a fare sacrifici per questo mestiere. Zeman mi ha trasmesso amore per il calcio. Con lui non riposi mai, fai spesso doppi allenamenti, ma inevitabilmente migliori. Io sono cresciuto nelle capacità in fase offensiva, e questo è normale, ma grazie alla forza fisica acquisita e al lavoro svolto con lui sono diventato anche un difensore migliore di prima».
Da tempo, del resto, si dice di un Salamon bravo da stopper quasi quanto da regista. «Non so se sia vero - sorride il nazionale polacco -. In estate, durante il ritiro, ho fatto qualche partitella da difensore. Per rendermi conto sul serio delle mie qualità in quel ruolo, dovrei provare in qualche partita vera».
SALAMON, salvo sorprese, contro il Pescara agirà nel solito ruolo di play basso (e frangiflutti). «Dovremo essere cinici, perché le squadre di Zeman creano tanto e concedono altrettanto. Quindi avremo sicuramente alcune occasioni da rete. Tutto starà a sfruttarle a dovere. Anche nel Foggia, nello scorso campionato, facevamo tanti gol, ma ne prendevamo pure. Lunedì sera reincontrerò quello che considero un maestro e sarò felice di farlo. Zeman non cambia mai le sue idee, le difende sempre. Andare controcorrente non lo spaventa. Mi ha dato tanto, sul piano calcistico e umano. Lo ringrazio per questo. I suoi maggiori pregi sono la sincerità e la coerenza. Il difetto? Non ne trovo».
Alto, elegante, giovane, Salamon ha tanto mercato: sul taccuino del Barcellona, in Italia piace al Napoli, al Genoa e alla Lazio. Potrebbe toccare a lui, e non solo a lui fra i ragazzi in vetrina (Leali, Daprelà, El Kaddouri e Juan Antonio), essere ceduto a gennaio per restare in biancazzurro fino a giugno. Il Brescia, del resto, a gennaio deve incassare. L'obiettivo è incamerare, alla riapertura del mercato, fra i 4 e i 5 milioni di euro, magari con la cessione di un paio di comproprietà (il Genoa, fra tutti quelli in ballo, è il club più abituato a questo genere di operazioni). «Io comunque cerco di non leggere le notizie di mercato - assicura Salamon -. Le voci sul Barcellona? Non mi fanno nessun effetto. Nello spogliatoio nemmeno parliamo di queste cose. Pensiamo al Brescia e alle partite da vincere».

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Crotone
78
Cagliari
74
Trapani
66
Bari
65
Pescara
65
Spezia
62
Cesena
61
Entella
61
Novara
59
Brescia
54
Perugia
53
Ternana
48
Avellino
48
Ascoli
46
Vicenza
45
Pro Vercelli
42
Latina
41
Modena
41
Salernitana
41
Virtus Lanciano
39
Livorno
37
Como
29
Brescia - Vicenza
0-1
Cagliari - Livorno
2-2
Cesena - Pro Vercelli
2-1
Como - Ternana
1-2
Latina - Spezia
0-0
Modena - Crotone
1-1
Perugia - Bari
0-0
Trapani - Novara
0-0
Virtus Lanciano - Avellino
1-2
Entella - Pescara
0-0
Ascoli - Salernitana
2-2

Facebook

Twitter