Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 18 dicembre 2017

Uso United infinito,
la Pavoniana
si inchina

Il palmares di uno degli allenatori più vincenti in circolazione contrapposto al blasone di una delle grandi del calcio giovanile bresciano.

Alla fine l’ha spuntata l’esperienza dello «special one» Gigi Nember, che ha trascinato alla vittoria il suo Uso United al cospetto di una Pavoniana Gymnasium costretta ad arrendersi dopo aver fatto la gara per larghi tratti. La formazione di Bovezzo esulta facendo leva su grinta e carattere, dimostrandosi squadra infinita, che non molla mai, nemmeno di fronte a un doppio svantaggio. La Pavo, sconfitta ma a testa altissima, è invece costretta a recitare un doloroso «mea culpa» per le numerose occasioni da rete non sfruttate. Errori che aiuteranno il gruppo di Alex Berrini a crescere.

LA FINALE. Rassega e Musmeci incanalano la gara sui binari favorevoli in avvio per la Pavoniana, poi l’Uso United si ritrova in una ripresa caratterizzata dai centri di Cautiero e Ignazzitto. Quest’ultimo firma la prodezza che prolunga la gara ai rigori, cancellando anche un errore piuttosto evidente del direttore di gara (e poi ammesso a fine partita): il secondo giallo a Ricciardi che non è sfociato nel rosso.

Dettagli di contorno in una finale che resterà negli annali soprattutto per la serie dagli undici metri caratterizzata dalla straordinaria performance di Leonardo Mini, entrato in campo a pochi secondi dallo scadere e autore di tre parate.

Il buon avvio della Pavoniana sfocia nella rete del vantaggio realizzata al 7’ da Rassega, lanciato dalle retrovie e imprendibile con la sua rapidità: Migliorati tenta di uscire ma l’attaccante biancoblù piazza il pallone quanto basta per sbloccare.

Nei minuti successivi il portiere triumplino cade per la seconda volta di fronte al colpo di testa di Musmeci. Sulle ali dell’entusiasmo per il doppio vantaggio, i ragazzi di Berrini sfiorano il tris ancora con Rassega, bravo a superare anche il portiere ma rimontato da Bulgari. Nella ripresa l’Uso United abbina la grinta al cuore, arma in più che consente già al 3’ di dimezzare lo svantaggio con un tocco ravvicinato di Cautiero e la complicità della difesa avversaria sugli sviluppi di un corner. La restante parte della gara vede la Pavoniana sciupare il tris che avrebbe di fatto chiuso il match in anticipo, prima dell’acuto finale di Ignazzitto che sorprende Sandrini fuori dai pali. Il tocco morbido che vale il 2-2 porta ai rigori: qui si esalta Leonardo Mini, uomo partita per distacco con tre straordinarie parate dagli undici metri.