Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
Cerca

venerdì, 24 ottobre 2014

Chiudi

14.01.2010

Tagliani ora può esultare: è il «Pallone d'oro»

IL PREMIO. Durante una serata speciale assegnato per il settimo anno il riconoscimento che Bresciaoggi riserva al miglior giocatore dilettante dell'anno

Stefano Tagliani, colonna del Concesio: talento e passione per conquistare il «Pallone d’oro»
Stefano Tagliani, colonna del Concesio: talento e passione per conquistare il «Pallone d’oro»
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Brescia. Tra i due litiganti è spuntato Stefano Tagliani. È il centrocampista del Concesio l'erede di Sergio Piovanelli, il Pallone d'Oro Bresciaoggi 2009. Chi puntava su Fausto Ferrari, il bomber del Monti, chi dava per favorito Mario Tagliente, attaccante della Rudianese, e invece la giuria tecnica ha confermato il giudizio espresso dai lettori, che nelle scorse quattro settimane avevano spinto Tagliani in vetta alla classifica dei più votati, con oltre 1400 schede piovute sulla redazione. 1400 schede a nome Tagliani che, in osservanza al nuovo regolamento, si sono trasformate in 14 punti bonus, decisivi, sommati ai 61 assegnati dalla giuria tecnica, nel decretare il successo del capitano del Concesio.
IL MIGLIOR calciatore dilettante del 2009, dunque, è il centrocampista ex Bedizzolese, Chiari, Orsa, Carpi, Castiglione, classe '77 già capitano del Brescia Primavera, miglior giocatore al torneo di Viareggio del '96, senza dubbio uno degli uomini più rappresentativi del movimento calcistico della nostra provincia, un esempio per continuità e qualità, passione e costanza; e il trionfo è arrivato nonostante la «macchia» della retrocessione con la Bedizzolese. Evidentemente il credito di stima accumulato in questi anni, sommato alle meraviglie fatte vedere con la maglia della sua nuova squadra, il Concesio, è bastato a cancellare il ricordo dello scivolone sofferto coi granata. Una gioia immensa per Tagliani, un riscatto personale dopo il secondo posto della passata edizione, quando finì alle spalle di Sergio Piovanelli, goleador della Dellese, per due miseri voti: quest'anno il Pallone d'Oro è suo.
«È UNA GRANDE GIOIA - ha commentato a caldo Tagliani -: una soddisfazione personale immensa. Sono felice. È bello, dopo una lunga carriera che mi ha portato anche tra i professionisti, provare queste gioie nel calcio dilettantistico». Parecchio emozionato, il centrocampista ha poi aggiunto la dedica di rito. «A mia moglie e alla mia famiglia, innanzitutto. Poi ai miei compagni di squadra attuali e a tutti quelli che hanno giocato con me».
E dunque anche a Fausto Ferrari, bomber del Monti che per un anno ha vestito la stessa maglia di Tagliani nel Brescello. La medaglia d'argento, magra consolazione, è sua: l'attaccante emiliano, capocannoniere di Lega Pro nella scorsa stagione, ha chiuso la corsa al Pallone d'Oro con 67 voti complessivi, 4 di bonus per le schede dei lettori e 63 ricevuti dalla giuria tecnica (2 in più di quelli di Tagliani). A completare un fantastico tris, un altro attaccante di razza come Mario Tagiente, Scarpa d'Oro in carica, capace di trascinare il Palazzolo in serie D nel campionato passato e da domenica primo in Eccellenza con la sua Rudianese. Per il bomber gialloverde sono state 58 le preferenze complessive, 3 punti bonus e 55 voti della giuria tecnica. Poi, tutti gli altri, con in testa l'eterno Battista «Keegan» Bandera, capace, a 45 anni suonati, di insidiare i big con le sue 47 preferenze. Troppo poco, comunque, per insidiare Tagliani, per strappargli quel Pallone d'oro che forse avrebbe meritato l'anno scorso, ma che il destino, i lettori e i giurati, hanno voluto assegnargli quest'anno. Ma, di sicuro, non se ne lamenterà.

Luca Canini
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Il meteo

Brescia

Agenda

Teatro
Il Sogno di una Cosa
Nei giorni 24 e 26 ottobre torna sul ...
Incontri
Career Day 2014
U.O.C. Orientamento, Stage, Placement
Cultura
Terra, lavoro e mestieri nell’archivio digitale di Valle Camonica
Filmati storici, interviste e documenti digitali raccontano i ...

Multimedia

Brescia.Tv live

Tweet vip

Facebook

Sondaggio

Sei favorevole alla raccolta differenziata dei rifiuti?
Cassonetti
ok