sabato 19.04.2014 ore 08.42

Brescia TV
Google+ Feed RSS

Home

12.01.2013

Da mesi è scomparso in Romania
speranze affidate a «Chi l'ha visto»

IL MISTERO. Alessandro Marenda, 50 anni, originario di Calcinato, residente a Montichiari

Alessandro Marenda

Alessandro Marenda
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenti 0

Brescia. L'ultima spiaggia è la trasmissione «Chi l'ha visto», l'ultima carta da giocare per scoprire la sorte di Alessandro Marenda, calcinatese di 50 anni, sposato e residente a Montichiari: è svanito nel nulla in Romania dove da alcuni anni faceva il consulente per attività agricole, dal giugno scorso di lui non si sa più niente; dopo la denuncia dei famigliari, l'indagine è stata affidata all'Interpol.
Marenda, figlio di una famiglia conosciuta di agricoltori, ha lavorato vent'anni per la ditta Mascarini di Calcinatello alla guida di betoniere; dopo questa lunga esperienza aveva aperto una sua azienda a Ponte San Marco, in società con altri giovani imprenditori, con i quali gestiva un capannone per il trasporto di autobotti e pompe edilizie come contoterzista. Poi tre anni fa lo spostamento in Romania, dove è andato a lavorare come consulente per una società agricola con sede a Peretu, occupandosi in particolare di tubazioni e raccordi in metallo.
Ogni mese tornava a Montichiari, dove vive con la moglie; si sentivano più volte al giorno, l'ultima occasione è stata il 22 giugno, data in cui il marito le ha annunciato un bonifico che poi non è stato effettuato. Da allora i fratelli e la consorte non sono più riusciti a contattarlo né ad avere sue notizie. In quello stesso mese la famiglia di Marenda era stato colpita da un grave lutto, la morte della madre.F.MAR.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti 0

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.