CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.08.2017

Benefit e occupazione:
l’operazione Aldi al via

L’intervento di riqualificazione dell’ex area Materossi di Bagnolo è entrato nella fase cruciale. L’opera, proprio per la sua complessità, è stata suddivisa in due fasi, con il primo comparto già ai nastri di partenza. Nello specifico, si tratta del lotto di circa 7 mila metri quadrati dei 15.941 complessivi, composto da un’area commerciale di 2 mila metri quadrati, ai quali si andrà ad aggiungere un parcheggio di 1.260 metri quadrati ed un’area verde. Qui - proprio di fronte all’Italmark - sorgerà entro fine anno il discount della Aldi, colosso tedesco dei supermercati, con alle spalle 58 miliardi di dollari di fatturato e 9.600 negozi nel mondo. Il secondo comparto comprenderà invece circa mille metri quadrati a destinazione terziaria, che saranno inseriti al piano terra di una palazzina edificata su viale Stazione.

Il PROGETTO PERMETTERÀ al Comune di far fronte ad una serie di interventi viabilistici e di sistemazione urbana finanziate dai privati. Le opere di urbanizzazione saranno a carico della Aldi: via Leno sarà allargata ad ovest e attrezzata con una pista ciclabile che la collegherà a via Lombardia, che a sua volta sarà riasfaltata e vedrà sorgere un parcheggio sul lato est. La rete di ciclabili servirà anche viale Stazione. Le aree verdi della zona saranno riqualificate.

É STATA ANCHE prevista la cessione di 3 mila metri quadrati al Comune per gli allargamenti resi necessari dalla nuova sistemazione stradale. Nella zona di fronte al Santuario della Madonna della Stella, inoltre, verrà realizzata un’area verde curata dal privato, ma messa a disposizione della comunità. Il pacchetto di opere dovrà essere concluso prima dell’apertura della nuova attività commerciale.

Il costo degli oneri di urbanizzazione è stato fissato in 731 mila euro, ai quali vanno aggiunti circa 440 mila euro dovuti per gli standard di qualità.

Con questo «tesoretto», l’esecutivo potrà realizzare una rotonda in viale Italia: i lavori partiranno con l’inizio del nuovo anno.

L’apertura della Aldi avrà positive ricadute sull’occupazione: la catena tedesca ha annunciato l’assunzione di 15-20 addetti, che diventeranno trenta unità quando il supermercato andrà a regime.

L’AMMINISTRAZIONE civica per favorire l’ingresso nella struttura organizzerà un corso per addetto alle vendite che inizierà in autunno.

Sullo sfondo resta il dibattito sul rischio «saturazione»: a Bagnolo sono aperti già sei supermercati e nella vasta area ex Sheratonn nella centrale via Gramsci dovrebbe aprire un nuovo punto vendita (in pole position il gruppo Famila).

«Al di là di come finiranno le altre partite - assicura il sindaco Cristina Almici -, non possiamo che essere soddisfatti dell’attenzione mostrata dagli investitori su Bagnolo, un paese che ha ritrovato la sua identità e che può contare su nuove opportunità di sviluppo». C.REB.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1