CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.01.2018

Il bilancio non sacrifica i servizi

«Se le tasse non si possono aumentare - ha detto l’assessore al bilancio di Calcinato Giacomo Savoldi nell’ultimo consiglio comunale presentando la manovra economica per il 2018 - bisogna obbligatoriamente agire sulla spesa per ritrovare l’equilibrio». E così ha ottenuto l’approvazione a un bilancio che, pareggiando per la parte corrente su una cifra di poco superiore ai 9 milioni di euro, riesce a mantenere invariate addizionale Irpef (già applicata nella misura massima), Imu (al 2‰ per l’abitazione principale nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e al 9,6‰ per altri immobili, aree edificabili e terreni agricoli), Tari e Tasi (3,3‰ per le abitazioni principali, 1‰ per i fabbricati rurali strumentali che non pagano l’Imu, e per le aree edificabili). Nonostante ciò, ha detto Savoldi «siamo riusciti a mantenere invariata la spesa per i servizi sociali, che negli ultimi 5 anni era aumentata del 22%. Le voci che più pesano sono 350 mila euro per l’integrazione delle rette alla Casa di riposo, 320 mila per l’inserimento in strutture di disabili e 110 mila per il servizio di assistenza domiciliare agli anziani». Anche l’istruzione non ha subito tagli: «305 mila euro vanno alla assistenza ad personam per gli alunni con disabilità, 300 mila per l’integrazione delle rette alle scuole materne autonome e 143 mila al trasporto scolastico», così come lo sport, che pure presenta voci rilevanti come la gestione degli impianti sportivi (180 mila euro). «Confermiamo per le famiglie la libertà di scelta nell’istruzione dei figli e nel trasporto scolastico, supporti per la gestione degli anziani non autosufficienti, integrazioni per la gestione di familiari con handicap, un tetto a madri e figli in caso di violenze domestiche, sostegno in seguito a sfratti o perdita di lavoro». Insomma, ha affermato, «a chi osserva che è un bilancio uguale a quello precedente, ricordo che il mantenimento dei servizi senza tagli è uno dei nostri obiettivi precipui in tempi di crisi». Savoldi ha infine ricordato che «nonostante il clima di austerità sono state realizzate opere e lavori di manutenzione non indifferenti: la Casa Filamore con la creazione appartamenti di emergenza per le mamme in difficoltà, la convenzione per riqualificare l’ex area Tessival con un mercatino dell’usato, la rimozione dell’amianto dai plessi scolastici, il rifacimento del tetto e la pavimentazione esterna alla palestra della scuola media, la tinteggiatura delle elementari di Calcinatello e del Centro aggregazione giovanile, la messa in sicurezza di tutti i giochi dei parchi pubblici e delle scuole, il rifacimento dei giardini esterni con potature e ristrutturazioni, la riqualificazione dell’ex casa del custode al Centro sportivo». • F.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1