Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 19 settembre 2018

L’omaggio di Calcinatello La «mamma» della Fiera sarà ricordata da un parco

Il parco di Calcinatello intitolato a Clementina Salvini

Attiva nel volontariato e nella politica locale al di là di dogmi e condizionamenti politici. In estrema sintesi era questa la definizione di Clementina Salvini, alla quale è appena stato dedicato il parco urbano di Calcinatello, in via Francesco Bianchi, a un passo dalla centralissima piazza Sandro Pertini. L’intitolazione è stata decisa all’unanimità dalla giunta municipale di Calcinato per ricordare questa concittadina che è stata assessore alle Attività produttive del Comune e infaticabile animatrice della Fiera di Santa Maria, nominata nel 2000 cavaliere della Repubblica da Carlo Azeglio Ciampi e scomparsa dieci anni fa. Nata a Ciliverghe nel 1942, Clementina Salvini era conosciuta e apprezzata in tutta la Bassa. Dopo una vita dedicata alla gestione della frequentatissima edicola di via Santa Maria e dopo diverse attività di volontariato (è stata per decenni la coordinatrice del comitato organizzatore della Fiera, che quest’anno la ricorderà a settembre con una serie di eventi speciali) era entrata nel 1995 in consiglio comunale con il più alto numero di preferenze per la lista di centrosinistra «Per Calcinato». Per qualche mese era stata anche assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco nella prima giunta Crottogini. Tre anni più tardi le dimissioni dal consiglio per protesta contro la decisione della Regione di autorizzare la discarica per rifiuti speciali in località Cavicchione. Poi la rielezione, sempre con un grande consenso, nel 1999, ma con la lista di centrodestra «Sviluppo solidarietà», e cinque anni di opposizione nella seconda giunta Crottogini insieme ad Angiolino Goglioni, con il quale in seguito ha creato il gruppo «Insieme per le libertà» che ha conquistato il Comune nel 2004. DA ALLORA e fino alla scomparsa è stata assessore alle Attività produttive, lavorando per sostenere lo sviluppo delle iniziative industriali, artigianali, commerciali e agricole sul territorio. Ricordandone «il carattere aperto e allegro che ha facilitato relazioni interpersonali stabili e costruttive», la delibera comunale dell’intitolazione ricorda che «con lei è tornata agli antichi onori la Fiera mercato di Santa Maria, ottenendo una eco provinciale, richiamando personalità del mondo politico, imprenditoriale e dello spettacolo ed essendo riconosciuta come evento fieristico dalla Regione Lombardia».