Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
giovedì, 23 novembre 2017

Dietro il raptus
due bottiglie
di whisky

Aveva tracannato oltre un litro e mezzo di whisky in meno di due ore l’indiano di Remedello che, nel tardo pomeriggio di sabato dopo aver provocato un tamponamento, è andato in escandescenze aggredendo nell’ordine il conducente dell’auto speronata, gli agenti della Polizia locale e un medico dell’ospedale di Montichiari. Alla fine l’operaio è stato ricoverato per intossicazione etilica: nel sangue aveva una concentrazione di alcol di sei volte superiore al consentito.

MA NONOSTANTE le sue condizioni alterate non aveva esitato a mettersi al volante della Opel Astra su cui viaggiava, con la moglie e i due figli (uno di soli 7 mesi), per raggiungere la festa etnica in programma al Centro Fiera di Montichiari.

Lungo la strada l’incidente e il corollario di violenza costati all’operaio 38enne il ritiro della patente e una denuncia per guida in stato di ebrezza, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. V.MOR.