CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.01.2017

Differenziata, dodici mesi
all’insegna dell’eccellenza

Il municipio di Urago d’Oglio
Il municipio di Urago d’Oglio

Compie un anno la differenziata spinta per il Comune di Urago d’Oglio e i risultati sono quanto mai incoraggianti. Parliamo del resto di uno dei Comuni più ricicloni della Provincia di Brescia già nel periodo in cui non esistevano ancora le tecniche di raccolta attuali. Urago d’Oglio, infatti, già a metà degli anni Novanta aveva rimosso tutti i cassonetti per l’indifferenziata, ma con metodi di raccolta ancora «primitivi» rispetto agli attuali. Se infatti Urago poteva vantarsi fino a pochi anni fa di essere un Comune virtuoso, col 50 per cento di raccolta differenziata, poi ha dovutoi fare i conti con tecniche più sofisticate e precise in termini di differenziata. Per questo ha scelto di affidare ad Aprica la gestione del differenziato con risultati che hanno finito per rilanciarla come virtuosa nel panorama provinciale.

I dati dell’ultimo anno, come confermato dal vice sindaco Luca Squarzoni, sono infatti più che mai incoraggianti «confermando, aggiornati con le nuove tecniche, la virtù del nostro Comune»: Urago ha infatti raggiunto una media del 78%, con picchi anche all’’80%. Un risultato che l’Amministrazione comunale guidata da Antonella Podavitte intende rafforzare inserendo ulteriori iniziative di sensibilizzazione tra le scuole e i cittadini. L’anno in corso, infatti, vedrà una serie di incontri nelle scuole come pure per gli adulti, al fine di raffinare le modalità di raccolta. Sempre nel 2017 verrà promosso il nuovo progetto di isola ecologica, finalizzato a ingrandire e ottimizzare il funzionamento dell’impianto attualmente in attività in via Castelcovati. M.MA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok