Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 25 settembre 2018

«Epidemia senza controllo»

Il solo pronto soccorso di Montichiari ha registrato 133 dei 203 accessi per polmonite batterica avvenuti dall’inizio dell’emergenza sanitaria

«Finché non sarà individuato il batterio e il suo veicolo di diffusione è impossibile prevedere l’evoluzione delle polmoniti batteriche nella Bassa». Lo sostengono gli esperti nel giorno in cui l’epidemia fa registrare nuovi casi. Il più grave riguarda un 29enne di Roè Volciano colpito da sospetta legionella ricoverato in coma farmacologico all’ospedale di Monza. Tra le persone colpite dal batterio, anche un ragazzino di Castegnato, una pensionata di Ghedi e un operaio di Visano. E mentre per motivi di sicurezza sanitaria rischia di slittare l’inizio dell’anno scolastico nei Comuni più esposti all’epidemia, in alcune scuole materne viene distribuita acqua in bottiglia. La Regione intanto ammette: «Potrebbe trattarsi di legionella».•> PAG 19