CHIUDI
CHIUDI

09.02.2019

Fumo, marijuana e semi: lo spacciatore recidivo finisce di nuovo nei guai

L’operazione è stata condotta dagli agenti della Polizia locale
L’operazione è stata condotta dagli agenti della Polizia locale

Un’attività illecita che era diventata un vizio. Neanche il tempo di scontare la pena che gli era stata comminata per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, che un operaio 48enne è stato arrestato per lo stesso motivo dalla Polizia locale di Montichiari. L’operaio, che vive nella frazione dei Boschetti, era stato fermato lo scorso settembre dalle forze dell’ordine dopo che lungo le sponde di un corso d’acqua che confluisce nel fiume Chiese era stato scoperto un appezzamento all’interno del quale c’erano 46 piante di marijuana alte circa 2 metri. In più, in seguito a una perquisizione domiciliare, erano stati trovati 1 etto di hashish, 2 etti e mezzo di marijuana, 5 flaconi di metadone, una pianta di canapa indiana e 1350 semi di canapa indiana. Alla luce di questi fatti, l’operaio aveva patteggiato una pena che aveva finito di scontare proprio due giorni fa, quando si era presentato al comando della Polizia locale per apporre l’ultima firma, in osservanza alla misura cautelare che gli era stata inflitta. NONOSTANTE ciò gli agenti, nelle ultime settimane, hanno continuato a monitorare i movimenti del 48enne, decidendo infine di procedere con una seconda perquisizione nell’abitazione dei Boschetti. Risultato? Trovati 120 grammi tra hashish e marijuana e 1300 semi di canapa indiana. Inoltre, gli sono stati sequestrati 935 euro ritenuti proventi dell’attività di spaccio. Nella mattinata di ieri il 48enne si è visto convalidare l’arresto dalla seconda sezione del Tribunale di Brescia e nei suoi confronti è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari. «In questi ultimi giorni - spiega il comandante della Polizia locale di Montichiari Cristian Leali - abbiamo intensificato i controlli nella zona dei Boschetti. Con questo arresto - aggiunge Leali - sono già due le persone finite in manette dall’inizio dell’anno nella frazione per spaccio di sostanze stupefacenti». © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1