CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.01.2018

Altri fanghi nei campi Il divieto è un optional

I fanghi scaricati nei campi di Ghedi attorno all’aerobase
I fanghi scaricati nei campi di Ghedi attorno all’aerobase

Tecnicamente si chiamano «gessi di defecazione», concretamente sono fanghi prodotti dagli impianti di depurazione degli scarichi fognari trattati chimicamente e, a certe condizioni, utilizzabili come concime. Non sempre però. La direttiva nitrati della Regione in vigore anche in questi giorni ne vieta lo smaltimento nei campi fino al 31 gennaio (e a partire dal primo dicembre scorso), ma qualcuno l’ha violata (ennesimo caso) nei giorni scorsi effettuando uno spandimento illegale attorno all’aeroporto militare di Ghedi. STANDO agli accertamenti lo scarico abusivo di una grande quantità di fanghi sarebbe avvenuto nelle ultime settimane di dicembre, ma per adesso l’unica cosa quasi certa è questa: risalire al responsabile di questo ennesimo illecito appare difficile. È probabile che il mezzo pesante con a bordo i gessi arrivasse da altri paesi vicini della Bassa orientale, e almeno per ora si esclude che qualcuno abbia approfittato dei campi ghedesi arrivando dal Mantovano. Liquami trattati bresciani, insomma. Come quelli degli episodi registrati a Montichiari e a Visano. Nella prima circostanza, circa un anno fa, i carabinieri avevano multato un agricoltore mentre spandeva letame a Vighizzolo nonostante il divieto imposto dalla direttiva nitrati. Si era giustificato spiegando di aver comunicato al Comune l’attività, ma ovviamente la direttiva regionale non ammette deroghe. Nel secondo caso, risalente all’Epifania e avvenuto appunto a Visano, la caduta accidentale di gessi sulla strada principale del paese da un mezzo della Wte di Calvisano ha attirato l’attenzione dei carabinieri e dell’Arpa, e si sta ancora cercando di fare chiarezza sia sulla destinazione dei liquami trasportati alle 7 di mattina, sia sul contenuto del materiale (finito per le analisi nei laboratori dell’Arpa) che verrà comunicato soltanto nelle prossime settimane. • V.MOR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1