CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.11.2017

«Chiediamo sicurezza»

Lorenzo Borzi, sindaco di Ghedi
Lorenzo Borzi, sindaco di Ghedi

Il Comune di Ghedi non ha un «Piano di sicurezza nucleare». Lo chiede con forza l’opposizione di sinistra, ma la questione è spinosa: perchè un Comune così piccolo dovrebbe avere un «piano nucleare», di cui sono sprovviste anche città ben più grandi, se la presenza di atomiche all’Aerobase non ha mai avuto conferme ufficiali?

Il sindaco Lorenzo Borzi e il vicesindaco Giovanni Cazzavacca, sollecitati da «Insieme a sinistra», finora hanno preso tempo, spiegando che quando sarà redatto in versione aggiornata il nuovo Piano di sicurezza generale del territorio (il Psgt), in virtù dei nuovi parametri sismici e idrogeologici, quella potrebbe essere l’occasione buona. Ma da sinistra incalzano: «Sindaco e vicesindaco lasciano intendere che secondo loro non c’è urgenza di un piano di sicurezza nucleare, non esistendo ufficialmente né le bombe né i relativi rischi. Peccato che di riscontri ne esistano moltissimi».

Ed ecco la contromossa: «Chiediamo all’amministrazione un intervento pubblico in cui si proclami con assoluta certezza l’ assenza di bombe sul territorio, assumendosi la responsabilità di non voler gestire il problema».

Milena Moneta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1