Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Fede, shopping e sfilate È la lunga festa dell’estate

La mezza estate ha anche un significato religioso per Ghedi, che celebrà oggi e domani con due giornate di eventi tra sacro e profano il patrono della cittadina, San Rocco. Ci pensa, con il patrocinio dell’amministrazione comunale e e della parrocchia, quella Pro loco fondata nel 2005 (e presieduta da Giuseppe Fenocchio) proprio per rilanciare questa ricorrenza. Per quest’oggi, giorno di Ferragosto, il cartellone prevede la celebrazione della messa nella chiesa parrocchiale di Santa maria Assunta alle 18,30, e al termine, alle 19,20, partirà la tradizionale processione della statua del santo patrono che vedrà sfilare in corteo i rappresentanti dei quartieri, delle diaconie e delle associazioni: attraverso le vie del paese addobbate per l’occasione, il gruppo raggiungerà il santuario dedicato al protettore degli appestati che si trova in fondo a via delle Rimembranze, e che è conosciuto anche come tempio dei Morti della Fossetta. Risolto il problema dei volontari pronti a trasportare a spalle la statua e il baldacchino, la Pro loco comunica che nella propria sede e nello studio fotografico Beghi si possono richiedere i drappi da esporre alle finestre e sulle porte. Domani poi, dalle 15 alle 23 lungo il viale delle Rimembranze, ma coinvolgendo anche via Borgo fiorito e la strada che costeggia il cimitero, terrà banco la 13esima sagra di San Rocco: bancarelle, hobbisti e associazioni in vetrina, e dalle 15 ci si potrà iscrivere al concorso riservato ai cani meticci che si svolgerà alle 18. Durante la giornata sono in programma visite guidate al santuario a cura di Barbara Alatri, la stessa che sul sito della Pro loco ha descritto la chiesetta e gli ex voto presenti, e torneranno anche in azione i madonnari, all’opera sulla strada con le loro realizzazioni in diretta. Funzionerà anche uno stand gastronomico, e dopo la messa delle 20 sul sagrato del santuario la chiusura sarà col concerto della corale Gaydum diretta da Angelo Orsini. •