CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.01.2018

Flash mob sull’ex Arcioni Il sindaco Borzi non ci sta: «La cultura ci sta a cuore»

Qualche giorno fa, un flash mob allestito davanti all’edificio ex Arcioni di Ghedi, in attesa da anni di un recupero per una destinazione culturale, ha lasciato il segno. Con questa iniziativa Agostino Bonetti ha voluto sottolineare l’importanza dell’attività culturale, di una biblioteca funzionante e di un teatro in ogni comunità civile, e si è rivolto in particolare agli amministratori comunali, considerati un po’ latinanti da questo punto di vista. L’IDEA non è piaciuta a sindaco e vicesindaco. Così Lorenzo Borzi e Giovanni Cazzavacca replicano, soprattutto attraverso i numeri. Lo fanno ricordando i 550 mila euro spesi per sistemare la piazza antistante l’edificio e la sala destinata alla banda; i 70 mila per la messa in sicurezza e il progetto relativo alla biblioteca (più i 700 mila in bilancio per finire gli spazi dedicati alla raccolta). E infine i 150 mila per marciapiede e finiture. «Si tratta di somme considerevoli. Un fatto più concreto delle scenette recitate in piazza - commenta Borzi - cui hanno assistito anche consiglieri comunali che poi disertano le sedute quando si approvano i bilanci. Comunque non mi risulta che Agostino Bonetti, pur da decenni nel consiglio di biblioteca, abbia mai fatto volontariato: la sua polemica dimentica che l’affitto della biblioteca ci costa solo 5 mila euro l’anno, versati inoltre alla Fondazione Lapapasini che aiuta la parrocchia. Un mutuo sarebbe costato di più». Poi, sul recupero dell’ex Arcioni, al centro delle polemiche da anni, sindaco e vice ribadiscono che è un’opera iniziata e non conclusa dall’amministrazione che li ha preceduti, e che «non ha lasciato in bilancio i soldi per concluderla. Noi avevamo altre priorità, rese esplicite nel programma elettorale e che abbiamo realizzato. Comunque prima della fine del mandato termineremo la biblioteca; per lo spazio destinato al teatro valuteremo». M.MON. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1