CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.08.2018

Il drone contro rifiuto selvaggio

I volontari della Protezione civile raccolgono i rifiuti abbandonati
I volontari della Protezione civile raccolgono i rifiuti abbandonati

In arrivo anche i droni per aiutare la PVC Ghedi (Protezione Volontaria Civile) per monitorare il territorio e intervenire per la pulizia di molte zone particolarmente colpite dai rifiuti abbandonati. Sotto la presidenza di Vito Archetti, infatti, i volontari svolgono questo servizio di raccolta e dove possibile di divisione dei rifiuti per il riciclo prima di portarli in discarica. Dell’attività viene redatta relazione accompagnata da immagini fotografiche da consegnare all’amministrazione comunale. I loro interventi rispondono a chiamate del Comune per strade particolarmente bisognose di pulizia e quindi segnalate, oppure su percorsi pianificati. Del nucleo drone, che il gruppo sta predisponendo, si sta occupando Paolo Paciocca che collabora con presidenza e segreteria e si occupa delle relazioni esterne. La PVC Ghedi è presente sul territorio da molti anni - la data di nascita è il 1997- con la sua attività specialmente in ambito cinofilo, soprattutto per il ritrovamento di persone disperse che li ha visti in campo in tutta Europa, là dove si sono registrate calamità naturali. Non a caso ha partecipato alle ricerche della sfortunata bambina dispersa a Serle. Da qualche mese stanno potenziando anche l’ambito logistico per essere più presenti sul territorio. Per questo motivo stanno programmando una serie di iniziative per aumentare il numero dei volontari. Ora ne contano una quarantina che operano nel campo base di via Borgosatollo dove cumuli di macerie, che riproducono possibili tragedie, sono utilizzati per gli esami Ucis e Enci e sono a disposizione anche dei gruppi cinofili per l’addestramento. •

M.MON.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1