CHIUDI
CHIUDI

28.11.2018

Spreco alimentare addìo Ghedi inverte la tendenza

Più chiaro di così...si intitola «No spreco» l’iniziativa promossa dall’associazione ghedese «Gruppo 29 Maggio ’93 Fabio-Sergio-Guido», che venerdì, col patrocinio della Regione, coinvolgerà le altre realtà del volontariato locale per rafforzare la rete di collaborazione finalizzata al recupero delle eccedenze alimentari e, appunto, alla riduzione dello spreco del cibo. Alle 19 nella «Casa della Misericordia», sede della 29 maggio e di altre realtà dle privato sociale in via dei Muratori 13, inizierà una serata di riflessioni pensata per individuare insieme agli altri gruppi coinvolti possibili strategie per «creare una rete virtuosa che possa incrementare la raccolta delle eccedenze - spiegano i promotori -. L’obiettivo è anche quello di aprire un canale di accesso al cibo alle famiglie e alle persone in difficoltà. Resta però imprescindibile coinvolgere e sensibilizzare i produttori e i distributori del settore alimentare e le pubbliche amministrazioni». Durante la serata verrà infatti presentata l’attività del Gruppo 29 Maggio ’93 nella scuola media «Caduti di Piazza Loggia» nel’ambito del progetto «RecuperiAmo» finanziato dalla Regione. Seguirà una cena offerta dai volontari del 29 Maggio che, impegnati da tempo nella raccolta e nella distribuzione di generi alimentari e di prima necessità, affiancano associazioni, gruppi e comunità che si occupano di combattere la povertà, offrendo sostegno alle famiglie in difficoltà, promuovendo l’inclusione sociale e i valori della solidarietà e della pace, aiutando migliaia di persone senza distinzione di etnia o religione. Nel 2017, tra l’altro, hanno donato a famiglie bisognose 656 pacchi di generi alimentari, per un totale di 13.041 chili, offerto a vari enti l’equivalente di 1.416.932 di alimenti vari, 16.105 chili tra prodotti per l’igiene di casa e persona, indumenti e materiale sanitario. Per saperne di più c’è lo 030 9032112. •

M.MON.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1