CHIUDI
CHIUDI

22.01.2019

Una cena «stellata» per fare solidarietà

Gino Gavazzi e Paola Geroldi titolari del  ristorante di Calvisano
Gino Gavazzi e Paola Geroldi titolari del ristorante di Calvisano

Questa volta toccherà a Gino Gavazzi, cuoco de «Al Gambero», un ristorante stellato di Calvisano, mettersi ai fornelli per far vivere a una (si spera) vasta clientela interessata alla solidarietà una nuova puntata de «Le cene gourmet della Casa della Misericordia». L’appuntamento è fissato ancora una volta in via dei Muratori 13 a Ghedi, dove la tavola sarà imbandita questa sera a partire dalle 20. Dopo la presentazione di aperitivi e stuzzichini, il menù prevede due pietanze di successo, il classico risotto agli asparagi, immancabile in casa Gavazzi (e infatti la cena si intitola «Il risotto del Gambero») e il manzo all’olio di Rovato, seguiti da dolce e caffè. LA FAMIGLIA Gavazzi donerà il proprio tempo e il proprio lavoro, così che il ricavato della serata (40 euro è la quota chiesta a ogni partecipante) sarà interamente destinato a sostenere le famiglie in difficoltà del territorio assistite proprio da quella Casa della Misericordia che fa da sfondo all’appuntamento gastronomico, ma anche per appoggiare progetti dei ragazzi disabili della cooperativa sociale «Sergio Lana» ospitata dallo stesso edificio. DOPO IL TUTTO esaurito del primo appuntamento con le cene gourmet, lo scorso novembre, ci si prepara a fare il bis (informazioni e prenotazioni ai numeri 392 1464650 della cooperativa «Don Murgioni» e allo 030 902032 di Franco Perlato). La Casa della Misericordia riunisce nella propria sede la cooperativa sociale «Sergio Lana», l’associazione «Gruppo 29 maggio ’93. Fabio, Sergio, Guido», la cooperativa sociale «Don Pierluigi Murgioni» e l’associazione «Macramé», ed è un centro multifunzionale per la promozione di progetti e iniziative in ambiti segnati da elevate criticità (la disabilità psichica, il disagio mentale, il reinserimento lavorativo di persone fragili), e che si occupa di altri grandi problemi sociali come le vecchie e le nuove povertà. •

M.MON.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1