Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 22 luglio 2018

Carabinieri in festa
all’oratorio San Luigi

L’Associazione nazionale carabinieri promuove progetti educativi per le scuole (BATCH)

Leno torna a colorarsi di rosso, argento e turchino. Da domani sera prenderà il via l'undicesima edizione della festa della sezione lenese dell'Associazione nazionale carabinieri, all'oratorio San Luigi. Le serate prevedono un mix di sport, stand gastronomici e musica, che impegneranno i circa sessanta soci dell'Anc di Leno (più molti volontari) fino a domenica.

Si parte domani alle 18.30, con un quadrangolare di calcio tra i bambini nati nel 2007 e 2008; stand gastronomici dalle 19, alle 20 un altro quadrangolare tra i Carabinieri della sezione di Leno, gli «Amici Anc di Leno», gli «Amici gialli e verdi» di Manerbio e i Cc di Ghedi. Sabato, dalle 20, ci si dedicherà ai più piccoli con il truccabimbi, seguito da una serata latino-americana che prevede l'animazione della scuola di ballo «Zero in condotta» e del dj Mz Latin. Domenica, dalle 8.30, tornerà la parte sportiva, con il quarto «Memorial Francesco Leone», gara ciclistica amatoriale tra le vie del paese dedicata a un socio dell'Anc di Leno scomparso nel 2014. Alle 19, in oratorio, riaprirà la cucina e, alle 21, il ballo liscio dell'orchestra Daniela e Domenico Bresciani chiuderà la festa, il cui ricavato andrà in beneficenza. Le serate saranno anche l'occasione per presentare il lavoro svolto dall’associazione con le classi quarte dell'istituto comprensivo di Leno: «Abbiamo adottato 60 ragazzi per un progetto ambizioso: insegnare il rispetto per se stessi, per gli altri e il senso di responsabilità per le proprie azioni - spiega Roberto Penati, presidente della sezione lenese dell'Anc -. L'anno prossimo vogliamo coinvolgere le quinte per un lavoro in memoria del centenario della fine della Grande guerra».M.VEN.