CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.08.2017

Auto-scooter,
il frontale
è mortale

Un padre di famiglia che sta tornando a casa dopo il turno di lavoro, un ragazzo neopatentato che al volante di un’utilitaria, forse per inesperienza o per distrazione, ha invaso la corsia opposta provocando uno schianto spaventoso, tragico, fatale.

A perdere la vita nell’incredibile incidente è stato un operaio di 54 anni, Marco Zilioli, residente a San Paolo. Nell’impatto violentissimo tra il suo scooter e la Fiat Punto guidata dal 18enne entrambi i mezzi sono finiti nella roggia a bordo strada.

IL RAGAZZO, protetto dall’abitacolo e dalla cintura, ne è uscito con qualche contusione medicata al Civile dopo il trasporto in elicottero. Ma è finita invece in tragedia per Zilioli: proiettato anche lui nella seriola dopo un volo terrificante, l’operaio è morto sul colpo.

L’incidente è avvenuto dopo le 15 in territorio di Manerbio sulla via per Cadignano, quasi sul confine, non distante dall’isola ecologica. I soccorsi sono stati rapidi: Vigili del fuoco, Polizia locale e Stradale, ambulanza, elicottero. Ma per il 54enne dello scooter i medici hanno solo potuto constatare il decesso.

Marco Zilioli, 54 anni, era sposato con Luisa, di tre anni più giovane, con la quale nel 1984 aveva lasciato Napoli Secondigliano per stabilirsi nel paese della Bassa bresciana. Oltre alla moglie, lo sfortunato lascia nel dolore gli adorati figli Davide, 23 anni, ed Alessandro, di 13 anni.

La notizia del tragico incidente si è subito diffusa a San Paolo e nelle frazioni Cremezzano e Scarpizzolo. Il sindaco, Giancarla Zernini, era in riunione con la giunta, quando ha saputo della disgrazia: «Conoscevo la vittima: Zilioli era un uomo riservato ma era soprattutto una brava persona, rispettata e stimata, con una bellissima famiglia - commenta il sindaco -. Tutta la comunità in questo momento è vicina ai suoi cari, colpiti dalla tragedia».

Riccardo Caffi
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1