Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 20 novembre 2018

Casa di riposo, i servizi fanno un salto di qualità grazie a un benefattore

La Casa di riposo di Manerbio beneficiata dal dono del benefattore

Settantamila euro non sono pochi, e nella Casa di riposo di Manerbio sono molto grati al benefattore - che ha voluto rimanere anonimo - per questa donazione alla struttura socio-assistenziale. Il grazie arriva in primo luogo dal consiglio di amministrazione: la presidente Mariangela Castelpietra, il vice Valentino Cominelli e la direttrice Giuditta Galli. SONO 84 le persone assistite nella cittadella della terza età di piazza Aldo Moro, e grazie alle risorse del privato sono stati acquistati 36 sollevatori elettrici dotati di telecomando, che consentono agli ospiti di posizionarsi a letto con un minimo sforzo e che aiutano non poco il personale nelle attività quotidiane nelle 15 stanze; che ora, sempre grazie alla donazione, saranno ritinteggiate e sanificate insieme a tutti i locali dell’immobile, con l’aggiunta finale di rivestimenti a protezione delle pareti. È stato un grande gesto di generosità che segue quello compiuto nel 2014 da un altro manerbiese, grazie al quale era stato possibile ammodernare i locali e distribuire gli spazi in modo più funzionale, ampliando anche la palestra intitolata a Dina Boldoni che viene sfruttata sia dagli ospiti, sia dagli esterni. Adesso, i responsabili della struttura stanno pensando di organizzare un open day per mostrare gli ultimi aggiornamenti, e l’associazione «Amici della casa di riposo» cerca volontari per il trasporto degli anziani e il supporto all’assistenza. Chi volesse donare un po’ del proprio tempo può comporre il numero 030 9938140.