CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.01.2018

L’appello degli alpini: «Rispettate la stazione»

Anche i volontari, a volte, si scoraggiano di fronte all’inciviltà dilagante. Sta succedendo per esempio al presidente del gruppo alpini di Manerbio, Gabrio Scartapacchio: «Abbiamo scelto di prenderci cura della stazione dove abbiamo la nostra sede - racconta -, ma dobbiamo denunciare l’atteggiamento di alcune persone che frequentano lo scalo lasciando ovunque sporco e imbrattamento». Difficile, anzi impossibile dargli torto, perchè la stazione dei treni lungo la Brescia-Olmeneta è una vetrina di schegge di vetro lanciate tra i binari; senza dimenticare i mozziconi di sigarette e i fazzoletti usati e gettati a terra, le lattine di birra vuote e, anche qui, le borse di plastica colme di rifiuti. Purtroppo il lavoro dei soliti idioti è pure facilitato dal fatto che non esistono telecamere per controllare l’edificio, utili per individuare i responsabili. Insomma: in uno scalo ferroviario senza telecamere non basta la presenza del gruppo alpini che si sforzano di pulire imbracciando la scopa. • F.PIO.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1