CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.02.2018

La Lega si mette di traverso: «È stato punito il suo coraggio»

Il sindaco Mario Fraccaro
Il sindaco Mario Fraccaro

La condanna di primo grado emessa dal Tribunale di Brescia contro l’ex sindaco Elena Zanola ha suscitato a Montichiari un duplice sentimento. Da un lato c'è la vicinanza umana (ed in alcuni casi politica) all'ex primo cittadino, dall’altro prevale una linea garantista che non entra nel merito del dispositivo della sentenza in attesa dell'ultimo grado di giudizio. Ed è proprio il profilo garantista quello scelto dall'amministrazione comunale di Montichiari, che con il sindaco Mario Fraccaro ha voluto rimarcare sia «la vicinanza personale ed umana» al suo predecessore. Non entrando però nel merito di «una sentenza molto dura», si è limitato a prenderne «atto». Sulla stessa linea di pensiero anche l'assessore all'Ambiente Mariachiara Soldini. «In qualità di amministratore locale - ha dichiarato la Soldini - non commento la sentenza. Mi auguro che Elena Zanola ricorra in giudizio, perchè una sentenza di primo grado non è una sentenza definitiva». CHI HA ESPRESSO tutta la sua amarezza per la sentenza del Tribunale è stato l'ex sindaco Gianantonio Rosa, primo cittadino per un decennio a Montichiari prima di Elena. «È incredibile come un sindaco che abbia tutelato i propri cittadini - ha dichiarato Rosa - venga condannato. Tra l'altro non capisco per quale motivo un sindaco che abbia emesso un'ordinanza giornaliera, per qualcosa che stava avvenendo da diversi mesi, debba essere punito. Elena Zanola non se lo merita in nessun senso». Anche il capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, Marco Togni, ha voluto trasmettere tutta la sua vicinanza ad Elena Zanola: «Ho la certezza che ha agito nel solo interesse della salute dei cittadini e per il territorio. Questa sentenza diventa ora un deterrente per tutti quegli amministratori, come lei coraggiosi, che pensano solo al bene del proprio territorio. Questo è solo il primo grado di giudizio. Per lei sarà un percorso ancora lungo». Mentre il capogruppo della lista civica Rosa, Giovanni Mazzei, ha messo in evidenza che «questa sentenza dà una lettura non pienamente chiara di quanto sia accaduto e quali siano state le vere intenzioni dell' ex sindaco Zanola. È un giudizio e come tale va rispettato. Senza però dimenticare che spesso i fatti appaiono per come li si vuole far apparire». Infine la coordinatrice di Forza Italia Montichiari, Claudia Carzeri, si è detta «dispiaciuta per questa decisione giunta dal Tribunale di Brescia, visto che l'ex sindaco Zanola aveva cercato di stare vicina ai propri cittadini». • V.MOR.

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1