Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 21 novembre 2017

Non ci fu diffamazione
assolto presidente Lav

Dopo la condanna in Cassazione dei vertici di Green Hill per maltrattamenti e uccisioni di animali senza necessità, si è chiuso un altro processo legato all'allevamento di Montichiari. Il presidente della Lav Gianluca Felicetti è stato assolto dal tribunale di Roma dall’accusa di diffamazione per aver diffuso i nomi dei veterinari nominati consulenti di parte dell’azienda, specificando che, non essendo Gianni Dal Negro - all'epoca presidente dell'Aisal, Associazione Italiana Scienze animali da laboratorio - iscritto all’Ordine dei veterinari, non avrebbe potuto certificare legalmente alcun controllo sulle condizioni dei beagle. Felicetti aveva citato il provvedimento con il quale il Tribunale aveva negato il dissequestro dei 2.639 cani citando i nomi dei consulenti indicati da Green Hill. Solo successivamente era emerso che i periti di parte erano stati altri. Il 22 novembre ancora in aula: il Tribunale dovrà esprimersi nel processo «Green Hill bis», imputati due veterinari Ats e alcuni dipendenti della società.C.REB.